CC San Benedetto Val di Sambro
(©Ufficio Stampa Carabinieri)

Un uomo è stato denunciato per interruzione di servizio pubblico su un treno alla stazione di Grizzana

I Carabinieri della Stazione di San Benedetto Val di Sambro hanno denunciato un 36enne di nazionalità straniera alla Procura della Repubblica di Bologna, ai sensi dell’Art. 340 del Codice Penale: “Interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità”.

I fatti sono accaduti qualche tempo fa, quando i Carabinieri della Centrale Operativa di Vergato hanno ricevuto la telefonata del capo treno del convoglio “Bologna-Prato”, fermo alla stazione ferroviaria “Grizzana” che chiedeva aiuto perché era stato spintonato da un passeggero sprovvisto del titolo di viaggio che voleva evitare di farsi sanzionare e pretendeva di proseguire la marcia fino alla fermata successiva: stazione ferroviaria “San Benedetto Sambro – Castiglione Pepoli”.

Alla vista dei Carabinieri, giunti sul posto e saliti sul treno che nel frattempo aveva già accumulato una ventina di minuti di ritardo, il passeggero, identificato nel 36enne, esibiva un documento di riconoscimento al capo treno che provvedeva a sanzionarlo.

A seguito dei fatti però e per tutelare i viaggiatori, spaventati dalla reazione del passeggero, il capo treno lo aveva invitato comunque a scendere, ma lui continuava a rifiutarsi, alludendo di essere in difficoltà e chiedendo di proseguire la corsa fino alla fermata successiva.

A quel punto, uno dei Carabinieri intervenuti, per evitare di fare accumulare altro ritardo al treno e garantire la prosecuzione del servizio, è restato a bordo del convoglio, fino alla stazione successiva.