Scultura Avis CSPT
(©Ufficio Stampa Comune Castel San Pietro)

La scultura è stata collocata nella rotonda sulla via Emilia-Torricelli

Grande partecipazione all’inaugurazione dell’opera donata da Avis alla città di Castel San Pietro Terme e posta nella rotonda sulla via Emilia, all’incrocio con via Torricelli. Un’elegante e suggestiva scultura realizzata dall’artista castellano Eros Mariani che raffigura due mani che si incontrano e si stringono in segno di solidarietà.

«Ringrazio, a nome di tutta l’Amministrazione comunale, della Giunta e del Consiglio comunale, l’Avis per questo prezioso regalo – ha dichiarato il vicesindaco Andrea Bondi -. E ringrazio l’artista castellano Eros Mariani per averlo reso possibile. Siamo davvero molto lieti di esporre questa scultura per ricordare il grande cuore delle donatrici  e dei donatori di sangue, ma anche quello dei tanti volontari che, con il loro cuore, fanno grande questo territorio. Questo dono rappresenta la volontà di non dimenticarlo mai e di mandare, come ha già avuto modo di dire il nostro sindaco Fausto Tinti, un messaggio innanzitutto alle nuove generazioni. Donare sangue e svolgere attività di volontariato è aver cura degli altri, di chi è più in difficoltà, ma anche del nostro vicino di casa. Aiutare gli altri fa bene agli altri sì, ma fa anche molto bene a noi, intesi singolarmente e come comunità. Non voltarsi dall’altra parte, mettercela tutta, superare le differenze, donarsi sono ingredienti fondamentali di quella che chiamiamo democrazia».

«L’inaugurazione dell’opera di  Eros Mariani ben ci rappresenta – afferma Cristina Baldazzi, presidente Avis comunale Castel S. Pietro Terme-. Solidarietà, incontro, vicinanza, dono: parole che sono l’essenza del volontariato,  molto vivo e partecipe nella nostra città. Questo è anche il messaggio che come  Avis Castel S. Pietro Terme abbiamo voluto dare a tutte le donatrici e i donatori, che donando il loro sangue e il loro  plasma in modo gratuito e anonimo danno vita a chi ne ha bisogno. Come Avis Castel S. Pietro vogliamo  ringraziare tutti i presenti, tutte le associazioni di volontariato che qui insieme a noi oggi dimostrano quanto sia importante operare per vivere in una società aperta e inclusiva, dove nessuno deve restare indietro. E il volontariato ne è davvero la testimonianza».

Alla cerimonia hanno partecipato il vicesindaco Andrea Bondi, l’assessore Giuliano Giordani, il presidente del Consiglio Comunale Tomas Cenni, la consigliera regionale Francesca Marchetti, il comandante della Polizia Locale Leonardo Marocchi e il luogotenente Pierluigi Raimondo, comandante della stazione dei Carabinieri di Castel San Pietro Terme.