Lavori su torrente Gaiana
(©Ufficio Stampa Regione Emilia-Romagna)

Con un intervento da 350mila euro sono stati ripuliti gli argini, ampliato l’alveo e regolarizzate le sponde

Una completa pulizia degli argini con un ampliamento dell’alveo e lavori sulle sponde per migliorare lo scorrimento delle acque del torrente Gaiana (Bo). Nell’omonima frazione di Castel San Pietro Terme, al confine con il comune di Medicina, si sono conclusi gli interventi di manutenzione nel tratto compreso tra il ponte di via Legnana e quello di via del Cantagrillo.

Il progetto, definito nell’ambito del programma di interventi e finanziato con 350mila euro, è stato realizzato dai tecnici dell’Ufficio territoriale di Bologna dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile con l’obiettivo di riequilibrare le due sponde, utilizzando il terreno smosso spostato durante i lavori, e ripristinare le zone erose dopo l’alluvione.

Gli interventi

Per prima cosa è stata tagliata la vegetazione che infestava le sponde del torrente, per rimuovere la parziale occlusione della sezione di deflusso e verificare le condizioni delle difese coperte dal verde.

In seguito, si è svasato l’alveo per affrontare e risolvere le criticità idrauliche della zona prima dell’intervento; circa due chilometri a monte del ponte di via Cantagrillo, il corso d’acqua presentava infatti uno sviluppo ridotto delle sezioni trasversali, di conseguenza l’alveo non era in grado di sopportare grandi portate di acqua, come accaduto con le piene dello scorso anno.

Infine, per migliorare il deflusso delle acque, sono stati anche risezionati e regolarizzati alveo e sponde laterali. L’intervento è stato completato con la costruzione di un sopralzo nella sinistra idraulica, mentre sulla destra è stata eretta una difesa delle sponde in massi ciclopici per consentire il passaggio dei mezzi per la manutenzione del torrente.