Sacmi Imola donazione motopompa 2024
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

La cooperativa ha donato al Comune di Imola una motopompa e una insacchettatrice per interventi di protezione civile

Sacmi Imola ancora una volta a sostegno del territorio imolese. La cooperativa ha infatti donato al Comune di Imola una motopompa e una insacchettatrice per interventi di protezione civile. La cerimonia di consegna si è svolta questa mattina, nella sede di Sacmi Imola, alla presenza, fra gli altri, del presidente Paolo Mongardi e del sindaco di Imola, Marco Panieri.

A ricevere le attrezzature, insieme al gruppo dei volontari, oltre al dirigente comunale alla Protezione civile Stefano Mirri, la referente dell’organizzazione CB Imolese di Protezione Civile Rosa De Masi e il referente del Corpo Guardie Ambientali Metropolitane (CGAM) Gianfranco Monducci.

Nello specifico, le due attrezzature donate sono una pompa centrifuga autoadescante VAR 12-400 e una insacchettatrice automatica 4 bocche, per un valore complessivo dei due macchinari che si attesta sui 92 mila euro circa, di cui 61.000 euro per la pompa e 30.866 euro per l’insacchettatrice.

Un gesto che la cooperativa ha voluto compiere alla luce degli eventi che hanno interessato il territorio imolese e quelli limitrofi nel 2023 e non solo, contribuendo al rafforzamento del sistema di Protezione Civile e ad una maggiore capacità di reazione e gestione di eventi estremi.

Si tratta, infatti, di due attrezzature di grande utilità per l’U.O. Protezione Civile del Comune per fronteggiare i sempre più frequenti eventi calamitosi in maniera celere e immediata.

“Solidarietà e mutualità sono valori fondanti per SACMI, un approccio che parte dall’ascolto dei bisogni della nostra comunità. Con questa donazione siamo al fianco delle nostre istituzioni per dare un supporto concreto alla difesa del territorio” ha sottolineato Paolo Mongardi, Presidente di SACMI.

Questa donazione rientra fra i gesti di solidarietà attuati subito dopo gli eventi alluvionali del maggio 2023, da diversi cittadini e aziende, che si sono rivolti al Comune per manifestare la propria volontà di fornire un aiuto concreto.

“Ringrazio sentitamente il Presidente Paolo Mongardi, il CDA e i Soci di SACMI per il gesto fatto, che nasce da una sensibilità avvertita dopo le ultime alluvioni – ha dichiarato il sindaco di Imola, Marco Panieri -. L’auspicio è sempre quello di doverli utilizzare il meno possibile, ma da oggi questo ci permette al bisogno di essere più reattivi e performanti davanti ad eventi estremi, rafforzando il sistema di protezione civile del territorio in termini di pompaggio e predisposizione di elementi di protezione come sacchi di sabbia. Tutto comunque sarebbe impossibile senza l’impegno dei volontari, che si impegnano non solo in occasioni straordinarie ma costantemente per garantire la vita collettiva del territorio negli eventi, nella viabilità scolastica o in caso di bisogno”.