Bologna 112
(Ufficio Stampa Carabinieri)

L’uomo è stato trovato in possesso di hashish e di una somma di denaro di 800 euro

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Bologna Centro, nell’ambito dei consueti e quotidiani servizi finalizzati al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti in città e in provincia, hanno arrestato un italiano sulla quarantina, celibe, imprenditore, pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e/o psicotrope.

L’uomo, sospettato di detenere e spacciare droga all’interno del giardino della propria cascina nel Comune di Ozzano Emilia, è stato messo sotto sorveglianza dai Carabinieri. Verso le ore 16:30 circa, sono state notate due autovetture, una dietro l’altra, entrare all’interno dell’area di pertinenza della corte privata del 40enne con alla guida rispettivamente due uomini; a quel punto, i militari, sono intervenuti e li hanno bloccati tutti.

Perquisito, l’uomo è stato trovato complessivamente in possesso di poco più 220 grammi di Hashish, un bilancino di precisione e una somma di denaro contante pari a 800 euro.

Tutta la droga, il materiale e il denaro sono stati sequestrati, mente l’uomo, arrestato, su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari in attesa del processo con rito per direttissima.