112 carabinieri
(Ufficio Stampa Carabinieri)

La donna era stata costretta anche a trasferirsi in un altro Comune pur di limitare i contatti con l’ex coniuge

I Carabinieri della Tenenza di Medicina hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa e dai luoghi frequentati dalla stessa, nonché l’obbligo di presentazione alla P.G., a carico di un 71enne indagato per maltrattamenti nei confronti della ex moglie.

Il provvedimento, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna, su richiesta della Procura della Repubblica di Bologna, che ha coordinato le indagini, nasce dalla querela sporta da una 49enne straniera, la quale si è rivolta alle Forze dell’Ordine per denunciare i continui maltrattamenti posti in essere dall’ex marito.

In particolare, durante la convivenza, l’uomo ha manifestato dei comportamenti aggressivi e denigranti, tanto da indurre la donna a trasferirsi in un altro comune pur di limitare qualsiasi contatto con l’ex coniuge. Inoltre, in una delle tante circostanze, la 49enne nel rientrare a casa ha notato l’ex marito appostato nelle vicinanze della propria abitazione, oppure spesso si è recato sul luogo di lavoro della donna durante l’orario d’uscita.

In sede di denuncia, la 49enne ha dichiarato ai Carabinieri che, tali comportamenti, hanno generato nella stessa uno stato di ansia e fondato timore per la propria incolumità. Dopo essere stato rintracciato dai Carabinieri, l’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare emessa dal Giudice.