Automobili in sosta
(©Shutterstock.com)

L’obiettivo è evitare fenomeni di congestione e rendere più semplice il percorso dei mezzi pubblici

E’ partita da un paio di giorni la sperimentazione per impedire i fenomeni di sosta in doppia fila nel tratto di viale Pietramellara tra piazza Medaglie d’Oro e via Amendola, nei pressi della Stazione Centrale, come già fatto negli anni scorsi in via Carracci. La sperimentazione durerà almeno due settimane, per dare il tempo ai cittadini di abituarsi alla modifica della circolazione e della sosta.

L’obiettivo è evitare i fenomeni di congestione oggi presenti e fluidificare il percorso dei mezzi del trasporto pubblico, anche in previsione dell’aumento del flusso di mezzi pubblici su viale Pietramellara, legato ai prossimi cantieri del tram in centro storico.

La soluzione scelta consisterà nell’inserimento temporaneo di barriere new jersey in plastica per incanalare il traffico su due corsie distinte, con la contemporanea interdizione della sosta sul lato nord del viale (lato stazione). I posti auto a rotazione veloce e quelli per il carico/scarico a servizio delle attività commerciali saranno spostati più avanti lungo il viale, prima dell’incrocio con via Bovi Campeggi.

Oltre ai posti a rotazione rapida in superficie, resta sempre accessibile il “Kiss&ride” sotterraneo con accesso dal sottopasso Ernesto Maserati, raggiungibile sia da via Bovi Campeggi che da via Carracci e aperto tutti i giorni dalle 5.30 alle 23.

Se la fase sperimentale si dimostrerà efficace, la soluzione verrà resa permanente e la strada sarà sistemata in analogia a quanto fatto su via Carracci, mediante l’inserimento di barriere New Jersey fisse in cemento e il conseguente adeguamento della segnaletica.