Sottopasso Pontesanto Imola
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Consente di collegare in modo strategico e in sicurezza il quartiere al resto della rete ciclabile comunale, in particolare contribuendo all’asse Zolino – Centro Storico

E’ stato finalmente aperto al transito il sottopassaggio ciclopedonale di Pontesanto. I cittadini avranno la possibilità di raggiungere Pontesanto anche attraverso la rete delle piste ciclabili cittadine. I lavori relativi alla costruzione delle rampe di collegamento alle piste ciclabili e della nuova pista ciclabile in fregio a via Di Vittorio e via Mazzanti, tra via Farolfi e via Ortignola sono stati realizzati con due interventi finanziati dal Comune di Imola, dal MASE (Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica) e dalla Regione Emilia-Romagna.

Il progetto di realizzazione del sottopasso

Nello specifico, con il progetto di realizzazione della pista ciclabile in fregio a via Di Vittorio, bando PRIMUS finanziato dal MASE, sono state costruite la pista ciclabile tra via Zanardi e via Ortignola, lunga 280 metri e la rampa Ovest del sottopasso di via Della Cooperazione, per ulteriori 90 metri. La pista ciclopedonale è stata realizzata con pavimentazione in calcestruzzo, con finitura superficiale color tabacco. Il costo complessivo dell’intervento è pari a € 680.000.

Con il Progetto integrato “Bike To Work”, finanziato dal Comune e dalla Regione Emilia-Romagna, è stata realizzata la rampa Est del sottopasso di via Della Cooperazione, lunga 96 metri, che arriva in via Zanardi, in corrispondenza della pista ciclabile di via Di Vittorio. Anche in questo caso la rampa è stata realizzata con pavimentazione in calcestruzzo, con finitura superficiale color tabacco. Il costo complessivo del solo intervento relativo alla rampa è di 100 mila euro.

I lavori hanno inoltre comportato la sistemazione e la realizzazione della pavimentazione del sottopasso, la realizzazione delle reti di raccolta delle acque bianche, l’illuminazione pubblica di tutta la pista ciclabile, per un costo complessivo che si aggira sui 90 mila euro.

Ricordiamo che la canna (il tunnel) del sottopasso era stata realizzata negli anni scorsi, in occasione della ristrutturazione della rotatoria, sempre a carico del Comune.

Ecco perché si sono allungati i tempi di completamento dell’opera

I lavori relativi alla rampa Est sono stati interessati da problemi inerenti lo spostamento di impianti esistenti quali la rete acqua, gas, energia elettrica di bassa e media tensione, che sono stati preliminarmente trasferiti per consentire la realizzazione della rampa. Sempre in corrispondenza della rampa Est, durante gli scavi sono stati scoperti importanti reperti archeologici, in particolare tombe di epoca Villanoviana, che sono state portate alla luce e repertate sotto la sorveglianza della competente Soprintendenza. Tutto questo ha fatto allungare i tempi di intervento e completamento dell’opera, rispetto a quanto inizialmente previsto.

Un nuovo parcheggio in via Farolfi

Sempre in zona, è di prossima realizzazione una nuova area parcheggio, che si affiancherà ai posti auto posizionati lungo via Farolfi, che prevede 44 nuovi posti auto, a pettine rispetto la sede stradale. Visto il numero e la collocazione dei posti auto, la nuova area parcheggio sarà al servizio sia del nuovo parco urbano sia dell’abitato.

Inoltre, sarà realizzato un nuovo marciapiede lungo via Farolfi, di connessione fra le aree di parcheggio, il parco e il nuovo sottopasso ciclopedonale di via Cooperazione. L’intervento previsto si completerà con opere stradali di adeguamento funzionale di via Farolfi, atte a rendere la strada idonea alla classificazione “zona 30”. Il costo complessivo previsto per il nuovo parcheggio e le altre opere sopra indicate è di 150 mila euro, finanziati con risorse comunali.

“Finalmente, il sottopassaggio ciclopedonale di Pontesanto apre alla cittadinanza e diventa percorribile, consentendo di collegare in modo strategico e in sicurezza il quartiere al resto della rete ciclabile comunale, in particolare contribuendo all’asse Zolino – Centro Storico. Un’opera attesa e importante – sottolinea il sindaco Marco Panieri, da oltre 700.000€ di costo complessivo, che si inserisce in quadro più ampio di lavori e interventi, fra cui l’N8, e che segna un cambiamento importante nella mobilità e nella quotidianità per tanti cittadini che vivono quel quartiere e quella zona. Non posso non ripensare al 2013, quando da Consigliere Comunale feci la prima iniziativa di ascolto con la “Festa dei vicini” a Pontesanto e mi impegnai proprio su questa esigenza. Oggi, da Sindaco, nonostante le numerose difficoltà di questi anni, siamo riusciti a realizzare l’opera. Ora l’obiettivo è proseguire gli investimenti e i lavori, concludendo a breve il parco e i parcheggi adiacenti. Quando anch’essi saranno pronti, faremo un’inaugurazione pubblica e aperta a tutti i cittadini, per stare insieme e far conoscere la città che cambia”.