Camion vigili fuoco
(©ChiccoDodiFC/Shutterstock.com)

Il costo complessivo dell’intervento è pari a € 4.720.000,00, finanziati dal Ministero dell’Interno

Nei giorni scorsi è stato compiuto un nuovo importante passo avanti verso la costruzione della nuova sede del distaccamento di Imola del Comando dei Vigili del Fuoco di Bologna. Il Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile e il Comune di Imola hanno infatti approvato una convenzione che disciplina i rapporti per l’espletamento delle attività tecnico-amministrative riferite all’affidamento ed esecuzione dell’intervento di realizzazione del Il Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile e il Comune di Imola nuovo Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Imola. In sostanza, con questa convenzione il Ministero dell’Interno conferisce al Comune di Imola la funzione di Stazione Appaltante per la costruzione della suddetta opera.

Ricordiamo che il nuovo distaccamento sorgerà in un’area di circa 7 mila metri quadri, in via Bel Poggio, che la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola ha acquistato dal Seminario Diocesano di Imola e ha contestualmente donato al Demanio dello Stato, con il vincolo di destinazione esclusiva alla realizzazione del nuovo distaccamento dei VV.F. di Imola. Il costo complessivo dell’intervento è pari a € 4.720.000,00, finanziati dal Ministero dell’Interno.

Perché la convenzione tra Ministero e Comune

La convenzione è stata stipulata poiché il Ministero dell’Interno, per procedere alla realizzazione di quanto suddetto “ritiene necessario ricorrere alla collaborazione di un organismo pubblico con specifica e consolidata esperienza in materia di contratti pubblici”. Da qui la decisione di eseguire gli interventi di cui in oggetto avvalendosi del Comune di Imola.

L’ente di piazza Matteotti ha accettato di espletare tutte le attività e procedure per la realizzazione dell’opera in argomento, avvalendosi della propria società in house Area Blu S.p.A e di nominare, anche per il tramite di Area Blu S.p.A, un Responsabile Unico di Progetto (RUP) per la fase dell’affidamento e dell’esecuzione.

Che cosa farà il Comune, avvalendosi di Area Blu

Il Comune di Imola, avvalendosi della propria società in house Area Blu, curerà la gestione delle funzioni affidate dalla presente convenzione, ovvero l’intero procedimento dalle fasi della progettazione, pubblicazione, affidamento, aggiudicazione, stipula del contratto, esecuzione e collaudo, ivi compresa la Direzione dei Lavori  al fine della realizzazione dell’intervento, con l’espletamento delle procedure di gara per l’appalto dei lavori previa predisposizione, ove necessario, di indagini di Mercato previo Avvisi, bandi di gara/lettere di invito, disciplinari e capitolati d’appalto e stipula dei relativi contratti e scritture private nel rispetto della normativa vigente in materia dei contratti pubblici.

La convenzione ha durata cinque anni, rinnovabili

La Convenzione ha durata cinque anni ed è entrata in vigore nei giorni scorsi, a decorrere dalla data della sua sottoscrizione. Al fine di consentire il completamento degli interventi, la convenzione è comunque rinnovabile per un ulteriore periodo di cinque anni o per il diverso periodo necessario per la realizzazione dell’opera, previo accordo tra le parti fino alla conclusione dell’intervento in oggetto.

Il Comandante dei Vigili del fuoco di Bologna, Ing. Calogero Turturici, nel ringraziare “l’Amministrazione Comunale per essersi messa a disposizione in questa operazione di partenariato”, esprime “tutta la sua soddisfazione per un intervento che consentirà al personale di Imola di fruire di una sede più confortevole, con una logistica più adatta a velocizzare i tempi di intervento senza impattare, come oggi, sul centro storico della città. Insomma, una sede che potrà rispondere per molti anni alle esigenze di sviluppo del dispositivo di soccorso sul territorio”.

“L’iter per la realizzazione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco procede e abbiamo completato un altro importante step di un impegno fortemente sentito dalla città, necessario e che avevamo assunto già nel 2020, nel mio caso anche prima di assumere la carica di Sindaco, raccogliendo le esigenze più urgenti – sottolinea il primo cittadino, Marco Panieri -. Grazie ad un gioco di squadra, a cominciare dal luogo, insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e alla Diocesi, siamo riusciti a concretizzare un progetto atteso da anni. Gli stessi Vigili del Fuoco, nella condivisione e nell’accompagnare questo percorso, hanno dato un contributo virtuoso e propositivo per arrivare quanto prima ad una soluzione che potesse dare ai cittadini un servizio di sicurezza e presidio del territorio molto migliore rispetto a prima. A tutti loro, in particolare all’Ing. Carlo Dall’Oppio, Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e a Calogero Turturici, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Bologna, va il mio ringraziamento e la nostra gratitudine, non solo per questo percorso, ma anche per il prezioso e decisivo ruolo svolto nel soccorso alla popolazione che li ha visti protagonisti durante le terribili alluvioni che colpirono i nostri territori l’anno scorso. Infine, ribadisco l’impegno a continuare a monitorare e seguire i lavori di realizzazione”.