Lungometraggio La California
Un'immagine del lungometraggio La California (Amarcord)

L’assessore Felicori: “Il talento è qui. Lavoriamo per essere un polo produttivo a livello nazionale”

Dal ballo (il liscio) alla politica, dai temi sociali e di attualità fino al rapporto con la letteratura, sono molti e diversi i temi affrontati nelle nuove opere.

Con film, documentari, cortometraggi che affrontano temi di ampio spettro, continua a crescere e proporre lavori interessanti la realtà cinematografica del nostro territorio, con il sostegno della Regione e attraverso il Bando per la produzione di opere audiovisive.

La Giunta regionale ha approvato la graduatoria 2021 e assegnato contributi a 10 progetti di imprese audiovisive, con sede in Emilia-Romagna, per la realizzazione di 1 opera cinematografica, 7 documentari e 2 cortometraggi. I contributi assegnati ammontano a circa 400mila euro (387.857), a fronte di un costo ammissibile (su cui si calcola il contributo in quanto speso sul territorio) di oltre 1,5 milioni  per 388 giorni di lavorazione in regione. Il costo totale delle opere finanziate è di oltre 2,4 milioni.

“Il talento qui è di casa – spiega l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori -, soprattutto in ambito cinematografico. In Emilia-Romagna ci sono le energie creative per il rilancio del settore. Cresce la progettualità e con essa tutta la filiera produttiva dell’audiovisivo. La Regione continua ad accompagnare e a sostenere questo fermento, con l’obiettivo di essere sempre più terra di cinema e divenire un polo produttivo in ambito nazionale. I risultati finora ottenuti, con l’arrivo di produzioni anche nazionali e dall’estero e riconoscimenti alla qualità delle nostre produzioni, ci fanno essere ottimisti per il rilancio di un settore che ha molto sofferto durante la pandemia”.

Il Nucleo di valutazione ha registrato una positiva crescita della partecipazione delle imprese, in questa prima finestra del bando se raffrontata con la stessa dello scorso anno, con un aumento di oltre il 30% delle domande pervenute, 41 nel 2021 rispetto alle 28 dell’anno precedente, e con una lieve diminuzione del costo totale a fronte di un costo ammissibile maggiore. Dei progetti presentati, 25 sono stati dichiarati ammissibili alla contribuzione per aver superato entrambe le fasi di valutazione (formale e di merito), e 10 finanziabili in base alla dotazione delle risorse della prima finestra.

Il Nucleo di valutazione è composto da Fabio Abagnato (responsabile Emilia Romagna Film Commission), Silvia Sandrone (esperto dell’Istituto Luce Cinecittà, responsabile ufficio Media e del desk Europa Creativa Italia), Luca Barra (esperto indicato dal Dipartimento delle Arti dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna – Professore associato in Televisione e media digitali Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Informazione, culture e organizzazione dei media).