Fresu Cipelli
(Roberto Cifarelli)

Appuntamento sabato 26 giugno, con inizio alle ore 21, al Parco Cà Nova

Medicina costituisce una novità nella mappa del festival itinerante Crossroads, organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna. Sabato 26 giugno, per la prima volta nella sua più che ventennale storia, la kermesse musicale regionale farà tappa nella cittadina del bolognese e per l’occasione porterà con sé l’artista simbolo del jazz italiano: il trombettista Paolo Fresu, che si esibirà alle ore 21 al Parco Ca’ Nova in duo con il pianista Roberto Cipelli.

L’entrata di Medicina nel circuito di Crossroads viene battezzata nel migliore dei modi. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Comune di Medicina, l’Associazione Culturale I Portici di Medicina e l’Associazione Culturale Eretici del Barbarossa di Medicina nell’ambito del Medicina in Jazz Festival. Biglietti: prezzo unico euro 18.

Il duo che oggi riunisce sul palco Paolo Fresu e Roberto Cipelli è il frutto della grande amicizia che lega i due artisti sin dagli anni Ottanta (si sono conosciuti ai seminari di Siena Jazz, quando entrambi erano ancora allievi): un connubio artistico che nel corso dei decenni ha permesso ai due di condividere innumerevoli esperienze, a partire dall’intramontabile Quintetto del trombettista sardo, una band che è al contempo storia e attualità del jazz nazionale.

L’enorme bagaglio che i due artisti si portano dietro, oltre alla capacità di apporre la loro impronta jazzistica su qualunque tipo di materiale, fa sì che i contenuti musicali di ogni esibizione siano imprevedibili: jazz puro e semplice, pop italiano e internazionale, rock inglese e rap portoghese, musica classica (Monteverdi e Händel sono ormai familiari ai fan di Fresu).

Con Fresu e Cipelli la musica sembra fluire in tutta semplicità, anche nei momenti maggiormente elaborati: frutto dell’enorme capacità comunicativa dei due, come dimostra L’equilibrio di Nash, il disco che ha finalmente documentato un sodalizio di così lunga durata (pubblicato nel 2020 da Tǔk Music, l’etichetta del trombettista).