Cameristi Scala concerto Imola
I Cameristi della Scala (©Ugo De Berti)

Appuntamento al teatro comunale Ebe Stignani con la serata diretta da Wilson Hermanto

Lunedì 29 novembre (ore 21.00) il palco del Teatro Ebe Stignani di Imola ospiterà I Cameristi del Teatro alla Scala di Milano insieme al violoncello solista Daniel Muller Schott, diretti da Wilson Hermanto. Il concerto, fuori abbonamento, fa parte della stagione 2020/21 saltata a causa della pandemia, ed è stato riprogrammato per la nuova stagione ERF#StignaniMusica 2021-22.

In programma il Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129 composto da Robert Schumann nel 1850, fra i primi esempi di concerto romantico per violoncello; le Variazioni su un tema rococò op. 33 per violoncello e orchestra di Pëtr Il’ič Čajkovskij, scritte nel 1876, qualche mese prima della Quarta sinfonia e dell’Evgenij Onegin, l’opera che avrebbe dato larga fama al geniale e versatile compositore e musicista russo; e  l’Introduzione e Allegro op. 47 brano del 1905 creato dal compositore inglese Edward Elgar, pioniere e caposcuola della rinascita della musica del Regno Unito nel XX secolo.

I Cameristi della Scala tornano in città confermando il rapporto con i più grandi direttori sulla scena mondiale e con eccezionali solisti, dando prova del carattere unico di questa formazione per qualità timbriche e di fraseggio, una perla del panorama musicale da camera italiano.

È il caso del magnetico violoncellista tedesco Daniel Müller-Schott, protagonista nell’esecuzione della partitura per concerto di Schumann e nelle variazioni rococò di Čajkovskij dirette dal Maestro Wilson Hermanto, con i Cameristi segno di una stagione votata alla musica di alto profilo in un orizzonte internazionale.

Grazie alla sua tecnica brillante e autorevole, all’intelligenza e sensibilità, Daniel Müller-Schott si è internazionalmente affermato come uno dei maggiori violoncellisti. Per molti anni ha incantato il pubblico come ambasciatore della musica classica nel 21° secolo. Il New York Times lo descrive come “un musicista senza paura con tecnica da vendere… Ma ancora più impressionante è stato il suo fantastico lussuoso timbro e la sua meticolosa attenzione all’espressività”.

Nato a Jakarta in Indonesia da una famiglia di origine cinese, l’Indonesiano-americano Wilson Hermanto è soprattutto apprezzato per la sua musicalità, la naturale autorevolezza, l’energia esuberante e l’eleganza del gesto, che l’ha portato a raggiungere una solida carriera internazionale. Dal 2017 è Direttore Ospite Principale de I Cameristi della Scala, l’orchestra da camera formata da musicisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala, il cui repertorio comprende le principali composizioni per orchestra da camera dal Settecento ai giorni nostri e presta una particolare attenzione alle musiche poco frequentate dell’Ottocento strumentale italiano, spesso inedite e caratterizzate dalla presenza di parti solistiche di grande virtuosismo che ben si adattano alle peculiarità strumentali dei solisti del gruppo.