Cultura
(©Shutterstock.com)

Tutte e nove le proposte presentate in seguito al bando sono risultate idonee e ammesse al contributo

Dal Festival della Fotografia Europea a Reggio Emilia all’attività espositiva di Ferrara Arte, dalla Biennale del Mosaico contemporaneo a Ravenna alla Grande Festa del Liscio di Forlì. In tutto, 550mila euro di contributi spalmati su nove progetti.

È stato approvato dalla Giunta regionale l’esito del bando rivolto a Comuni con popolazione superiore ai 50mila abitanti (o alle istituzioni partecipate dagli stessi); bando, questo, che attua la legge regionale 37/1994 in materia di promozione culturale.

Erano due le tipologie di progetti ammesse: festival, mostre, manifestazioni ed eventi di rilievo nazionale, da una parte; dall’altra, progetti innovativi di promozione culturale mirati alla valorizzazione di nuovi talenti, alla promozione dell’arte contemporanea, alla valorizzazione della cultura popolare, all’inclusione e al dialogo fra culture diverse.

I progetti dovevano prevedere l’utilizzo di tecnologie e strumenti comunicativi digitali così da allargare il numero dei fruitori degli eventi e la capacità di presenza nei media.

Tutti e nove i progetti presentati sono risultati idonei e ammessi al contributo regionale.

Complessivamente sono state assegnate risorse per 550mila euro, quantificate sia sulla base della popolazione del Comune che ha proposto il progetto che sul costo dello stesso.

I Comuni promotori sono Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ravenna, Ferrara, Forlì, Carpi, Imola e Faenza.

Alcuni dei progetti ammessi a contributo riguardano manifestazioni consolidate, come il Festival della Filosofia per Modena o quello della Fotografia Europea a Reggio Emilia, l’attività espositiva di Ferrara Arte, la Biennale del Mosaico a Ravenna, la rassegna Imola in musica. Bologna e Faenza propongono due mostre, The Floating Collection al MAMbo (Museo d’Arte Moderna di Bologna) e Galileo Chini al Museo Internazionale della Ceramica di Faenza. La Festa del Racconto di Carpi e La Grande Festa del Liscio di Forlì completano l’elenco.

I progetti sostenuti

Il Comune di Bologna, tramite l’Istituzione Bologna Musei, ha presentato il progetto per la mostra The Floating Collection / La collezione fluttuante (contributo assegnato 82mila euro); il Comune di Modena, con il Consorzio per il Festival Filosofia, ha candidato il progetto Festival Filosofia (contributo 82mila euro); il Comune di Reggio Emilia, tramite la Fondazione Palazzo Magnani, ha presentato il progetto del Festival Fotografia Europea2022 – XVII edizione, “Un’invincibile estate” (contributo 82mila euro); il Comune di Ravenna, con l’Istituzione Museo d’Arte della città di Ravenna (Mar), ha candidato RavennaMosaico – Biennale di Mosaico Contemporaneo, VII edizione (contributo 82mila euro); il Comune di Ferrara, con la Fondazione Ferrara Arte,  ha presentato Arte a Ferrara: tra identità locale e cultura internazionale (contributo 64mila euro); il Comune di Forlì ha candidato il progetto Cara Forlì – La Grande Festa del Liscio, edizione 2022 (contributo 41mila euro); il Comune di Carpi ha presentato il progetto Festa del racconto 2022 – XVII edizione (contributo 45mila euro); il Comune di Imola ha candidato Imola in musica (contributo 27mila euro); infine, il Comune di Faenza, tramite la Fondazione Mic (Museo Internazionale della Ceramica di Faenza), ha presentato il progetto della mostra Galileo Chini (contributo 45mila euro).