Enrico Rava
Enrico Rava (©Umberto Germinale)

Appuntamento sabato 25 giugno, alle ore 21, al Parco Cà Nova di Medicina

Crossroads, il festival itinerante organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, è pronto per una “Edizione Speciale”, ovvero Enrico Rava ai massimi livelli. Il decano dei trombettisti jazz italiani suonerà dal vivo sabato 25 giugno al Parco Ca’ Nova di Medicina (BO) alle ore 21 con una band che raccoglie un buon numero di suoi abituali collaboratori.

Praticamente una formazione all stars che dà una perfetta immagine del jazz italiano attuale: Francesco Bearzatti (sax tenore), Francesco Diodati (chitarra), Giovanni Guidi (pianoforte), Gabriele Evangelista (contrabbasso) ed Enrico Morello (batteria).

Il concerto è realizzato in collaborazione con il Comune di Medicina, l’Associazione Culturale I Portici di Medicina e l’Associazione Culturale Eretici del Barbarossa di Medicina. Biglietti: prezzo intero euro 18; ridotto 15.

C’era una volta la “Special Edition”, con la quale Rava aveva messo il turbo a uno dei suoi tratti salienti come leader: la capacità di scovare nuovi talenti tra le giovani leve del jazz italiano, portandoli sui palchi che più contano e sostenendoli come mentore nella loro maturazione artistica. Il format dell’ensemble allargato ma flessibile (sestetto, settetto, ottetto) ha messo Rava nella condizione di esprimere alcuni dei momenti più salienti della sua più recente attività. In oltre dieci anni, nel cast dei sidemen ci sono stati numerosi avvicendamenti e, soprattutto, i giovani talenti sono ormai diventati nomi ben noti. E giunti a una nuova prova discografica per l’ECM, pubblicata nel 2021, il senso di continuo rinnovamento di questa formazione si manifesta anche nell’aggiornamento del nome: “Edizione Speciale”.

Le composizioni di Enrico Rava, molte delle quali ormai divenute veri e propri standard moderni, sono il fulcro del programma musicale, con un lavoro di esplorazione storica che risale alle opere degli anni Settanta sino ai più recenti programmi messi su disco sempre per l’ECM. Le aggiunte a questo repertorio (come Once Upon a Summertime di Michel Legrand e la cubana Quizás, Quizás, Quizás) rimarcano la traiettoria sonora della band: esecuzioni intrepide che lavorano su materiali melodicamente ben caratterizzati, ritmicamente esuberanti e capaci di dilatarsi in forme aperte ed estese.

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656, e-mail: [email protected], website: www.crossroads-it.orgwww.erjn.itwww.jazznetwork.it