RenoRoadJazz 2022
(Ufficio Stampa Unione Reno Galliera)

Una rassegna da non perdere, con un cammeo dedicato a Lucio Dalla in ogni concerto, nel decennale della scomparsa del grande cantautore bolognese

Per la sua ottava edizione, Reno Road Jazz allarga le prospettive musicali e apre all’ascolto di sonorità inconsuete e arrangiamenti originali, mettendo in moto quell’inesauribile vettore di emozioni umane che è la contaminazione musicale.

Gli appuntamenti della rassegna, promossa ed organizzata dall’Unione Reno Galliera con la direzione artistica di Sandro Comini, si articolano in un programma stimolante sia per gli esperti sia per i neofiti del jazz. Ad ospitare i concerti Bentivoglio, San Giorgio di Piano, Galliera Antica, Pieve di Cento e Castel Maggiore.

La rassegna si apre con il Lua Nova Trio che omaggia con energia e profondità le variegate espressioni della musica e della cultura brasiliana, attraverso brani d’autore, afro-samba e bossa nova.

Si prosegue con un gruppo tanto numeroso quanto talentuoso: i Groove City Band, che in collaborazione con il Porretta Soul Festival e in occasione dei 40 anni dall’uscita di “The Blues Brother”, ripercorreranno le strade del blues, del soul e del rythm’n and blues.

La terza serata è interamente dedicata a Lucio Dalla con il concerto “Lucius in Fabula” che celebra la sua indimenticabile musica con arrangiamenti originali.

Il Rossella Cappadone 4et anima la quarta serata con “Influência do Jazz”, un’antologia del jazz che combina e valorizza il caratteristico sound dello swing americano con ritmi e armonizzazioni latine.

Sul palco della quinta serata si esibisce il Giovanni Perin Trio D.O.V.E., formato da giovani astri nascenti del jazz italiano che hanno creato un ricercato connubio tra vibrafono, organo e batteria.

Ancora un omaggio importante con gli Alma Swing, realtà di riferimento del jazz manouche di tradizione europea, frutto dell’esperienza artistica di Django Reinhardt con il maestro liutaio pievese Maccaferri.

Il viaggio si conclude con le Indaco 4et, che restituiscono un ritratto contemporaneo e avvolgente delle signore del jazz dalla personalità forte e sensibile che hanno segnato la storia del genere.

Novità di quest’anno: ogni concerto conterrà un cammeo a Lucio Dalla, nel decimo anniversario della scomparsa del grande cantautore bolognese.

Info