Giusy Ferreri
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

L’artista di punta dell’edizione 2022 sarà Giusy Ferreri, con il concertone del sabato sera in Piazza Matteotti

Imola in musica giunge quest’anno alla 26esima edizione e si rinnova per inserirsi nel grande calendario di concerti che hanno fatto di Imola una capitale della musica. Il calendario dei grandi eventi musicali di The sound of Imola dopo i concerti di Vasco Rossi, Pearl Jam e Cesare Cremonini, si conclude ora nel cuore della città con Imola in musica.

Un nuovo marchio, una nuova veste grafica

Dopo più di 26 anni il logo della manifestazione si rinnova, in continuità col passato ma con lo sguardo proiettato al futuro. Il rebranding del marchio, curato dalla designer imolese Caterina Appignani, intende dare alla manifestazione un’immagine nuova e contemporanea, preservandone il carattere istituzionale e fornendo al tempo stesso un rinnovato linguaggio visivo per la comunicazione dell’evento. In particolare vi si esplicita il legame con il luogo, attraverso l’utilizzo di elementi grafici estrapolati dalla mappa della città. È la città che rivendica il proprio ruolo culturale proiettandosi nella contemporaneità.

Una nuova App

Uno strumento in più per migliorare l’esperienza del pubblico di Imola in musica. Sviluppata dalla startup imolese Quinck, la nuova app di Imola in musica sarà completamente gratuita e disponibile per tutti i dispositivi mobile su AppStore e PlayStore. Permetterà di esplorare con estrema semplicità e rapidità le decine e decine di eventi del festival, per avere sempre il programma a portata di mano. Conterrà la mappa dei luoghi integrata con Google Maps e consentirà di ricercare gli eventi in base alla prossimità e alla data. Ogni spettatore potrà inoltre creare la propria lista di eventi preferiti. L’utilizzo di questo strumento permetterà di ridurre l’impatto ambientale e l’utilizzo di carta. Il classico programma a libretto sarà realizzato a tiratura ridotta e distribuito nella settimana antecedente la manifestazione; sarà inoltre disponibile presso l’infopoint del festival, attivo in piazza Caduti della Libertà dal 1 al 4 settembre. Per questo s’invitano tutti a scaricare la nuova app o – in alternativa – a consultare il programma su www.imolainmusica.it  La tutela dell’ambiente dipende anche da piccole azioni come queste.

Una formula consolidata

Imola in musica è l’occasione per ritrovarsi, come comunità, lasciandosi trasportare dalla musica nelle strade, nei cortili, nei palazzi, nei teatri e nei musei della nostra città. Imola in musica, infatti, vuole valorizzare tutto il centro storico della città, come cuore del tessuto sociale e simbolo della comunità. In questa cornice, dal 1 al 4 settembre – con anteprime già dal 28 agosto – il festival musicale organizzato dal Comune di Imola offrirà un ricco programma di eventi, tutti a ingresso gratuito.

Imola in Musica ha ottenuto ancora una volta l’importante riconoscimento europeo di EFFE (Europe for Festivals, Festivals for Europe), la rete che raggruppa circa 1180 tra i migliori festival culturali europei. La Regione Emilia Romagna e la Città Metropolitana di Bologna hanno confermato anche quest’anno il proprio patrocinio. La manifestazione si svolgerà in gran parte negli spazi del centro storico di Imola e offrirà come sempre un cartellone eterogeneo di eventi, estesi dalle tipologie musicali più classiche alle più insolite: classica, folk, pop, rock, dj set, blues, etnica, jazz senza tralasciare contaminazioni curiose e affascinanti. Un cartellone di appuntamenti che, oltre alla musica, spazierà tra mostre, spettacoli, dibattiti e suggestioni artistiche a 360 gradi.

Gli appuntamenti tradizionali

Tra i ritorni più attesi c’è senz’altro la settima edizione del Concerto all’alba: in anteprima nella giornata di domenica 28 agosto presso il parco Tozzoni si esibirà in concerto il pianista imolese Gian Marco Verdone (ore 6) con Tempio sonoro – viaggio tra i grandi successi della film music. Segue nella giornata di giovedì 1 settembre il tradizionale appuntamento con i Canterini e Danzerini Romagnoli che si esibiranno alla Rocca Sforzesca con lo spettacolo E vien la sera, canterini e cante di Romagna (ore 21). Sempre nella stessa serata si terrà nel Verziere delle Monache un concerto della Banda Città di Imola (Filarmonica imolese) con 200 anni al servizio della città (si ripete il 2 settembre). In piazza Gramsci, alle ore 21 del 1 settembre, ritorna la Imola Big Band con lo show Play different music live.

Altro appuntamento tradizionale è quello con la finale del contest per band emergenti Gocce di musica per la solidarietà, giunto alla quattordicesima edizione e previsto per domenica 4 settembre (piazza Gramsci, ore 21).  Nella stessa giornata, alle ore 17.30, torna Il Grillo D’oro a Imola in Musica – Galattica, uno spettacolo per tutti i bambini con primo raduno dei cori della Galassia dell’Antoniano, a cura di Associazione Il Grillo d’Oro, che si svolgerà all’interno della Rocca Sforzesca.