Aina Kalnciema
(©Ufficio Stampa ERF)

Appuntamento domani sera, 31 luglio, presso la Chiesa di San Lorenzo, nel borgo di Castel San Pietro

Domenica 31 luglio, a Varignana, borgo storico nel Comune di Castel San Pietro Terme, alle ore 21.00 presso la Chiesa di San Lorenzo risuoneranno le note del clavicembalo di Aina Kalnciema, finissima interprete bachiana e artista di fama internazionale. Kalnciema presenterà un programma che spazierà da Bach a Müthel e da Scarlatti fino al grande compositore ucraino Dmytro Stepanovyč Bortnjans’kyj.

Si partirà con il Concerto nach italienischen Gusto (Concerto secondo il gusto italiano) BWV 971 di Bach, una composizione in tre movimenti, sopravvissuta nei secoli come una delle preferite dal pubblico, vivacizzata dall’attrito tra il ritornello vivaldiano e il solista e che Aina Kalnciema col suo clavicembalo trasformerà in quel complesso gioco di equilibri che ha reso ancor più celebre la composizione nella sua versione solistica. Si passerà poi allo stile barocco di Müthel con la Sonata n. 3, colorata da toni caldi e intervallata da vibrati impercettibili. Grande spazio sarà dedicato all’opera del clavicembalista napoletano Domenico Scarlatti, di cui Kalnciema eseguirà cinque delle sue, per quel tempo pionieristiche, 555 sonate caratterizzate da rapidissima mobilità espressiva, grande inventiva armonica e dall’l’impiego di accordi spesso sorprendenti. Il concerto si concluderà con i toni dolci e naturali della celebre Sonata in do maggiore di Dmytro Stepanovyč Bortnjans’kyj: una sonata in tre movimenti (Allegro moderato, Adagio, Rondo andantino), dapprima molto ritmica e sostenuta, ma con episodi melodici sempre più evidenti che alla conclusione di ogni movimento.

Aina Kalnciema è nata a Riga e si è laureata con lode nelle classi di pianoforte e organo del Conservatorio di San Pietroburgo. Si è perfezionata nell’interpretazione clavicembalistica in Olanda, Francia, Svizzera e Germania. Si è esibita regolarmente come clavicembalista solista in tutte le repubbliche dell’ex Unione Sovietica, negli Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda e nei Paesi europei. Ha partecipato a numerosi festival europei e ha suonato con orchestre, direttori e solisti famosi, come la Filarmonica di San Pietroburgo, i Virtuosi di Mosca, Musica Viva, diverse orchestre da camera di Lettonia, Lituania, Estonia e Polonia. Dal 1998 è membro del Baltic Trio, che esegue e registra musica contemporanea per flauto, violoncello e clavicembalo scritta da compositori degli Stati baltici. È professoressa di clavicembalo presso l’Accademia di Musica della Lettonia e allo stesso tempo è presidente della Bach Music Foundation. Nel 2001 ha avviato in Lettonia i Festival internazionali di musica da camera di Bach di cui oggi è direttrice.

Prima del concerto, alle ore 20.00, sarà possibile effettuare una visita guidata alla Chiesa di San Lorenzo e alla cripta del IX secolo (prenotazione a ERF 0542 25747).

Grazie al sostegno di: Comune di Castel San Pietro Terme – Pro Loco Castel San Pietro Terme – Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

Ingresso gratuito, fino a esaurimento posti; non è prevista prenotazione