Giuseppe Tassi
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Appuntamento venerdì 23 settembre, alle ore 18, con l’autore

Nell’ambito degli appuntamenti di settembre nella biblioteca comunale (via Emilia 80), venerdì 23 settembre alle ore 18 appuntamento con la presentazione del libro di Giuseppe Tassi “Dalcortile al Mundial: storia di una passione” (Minerva, 2022). Ad intervistare Giuseppe Tassi sarà la giornalista Gabriella Pirazzini, mentre Luigi Tranchini sarà la voce narrante.

L’iniziativa è realizzata dalla biblioteca comunale in collaborazione con l’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia sezione di Imola.

A quarant’anni dal trionfo del Bernabeu delll’11 luglio 1982 l’epopea di quel Mundial è ancora viva. Giuseppe Tassi, Editorialista di QN (il Resto del Carlino, La Nazione, il Giorno) ha deciso di raccontarla alla sua maniera. Dal cortile al Mundial (Minerva edizioni) è una storia di passione e di amore per il giornalismo. Una vocazione coltivata nei cortili degli anni Sessanta, imitando il mitico Lev Yashin e culminata con il trionfo di Madrid, narrato nella veste di giovane inviato. Nel mezzo i grandi eventi di quegli anni intensi: il Bologna che vince lo spareggio del ’64 all’Olimpico, la notte di Benvenuti-Griffith, la conquista della Luna, l’indimenticabile corrida di Italia-Germania 4-3. Ma anche la rivolta studentesca del ‘77 e la strage della stazione di Bologna 1980, documentata nei panni del giornalista. Fino all’epilogo del Mundial ’82, dove il sogno di quel bambino cresciuto nel cortile si realizza come per magia: mentre Rossi firma il trionfo dell’Italia di Bearzot, il presidente Pertini esulta in tribuna con l’orgoglio di un tifoso innamorato.  L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia sezione di Imola.

Giuseppe Tassi (Castel di Serravalle, Bologna 26 ottobre 1956) è un giornalista italiano editorialista di QS, la testata sportiva del Quotidiano Nazionale (Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno).

Laureato in Lettere Moderne all’Università di Bologna, ha percorso l’intera carriera al Resto del Carlino-Quotidiano Nazionale. Assunto nel 1979, è stato per 12 anni (1985-1997) capo dei Servizi sportivi del Resto del Carlino. Poi tre anni da inviato speciale e quindi la nomina a caporedattore presso l’Ufficio Centrale di Quotidiano Nazionale, nel 2000. Nel 2002 è diventato vicedirettore del Resto del Carlino e nel novembre 2003 vicedirettore di Quotidiano Net, la testata elettronica del gruppo Poligrafici Editoriale. Qui è rimasto fino al 2012, quando è stato nominato vicedirettore di Quotidiano Nazionale con delega alle pagine speciali. Ha diretto il progetto del Settimanale, il quarto dorso del Quotidiano Nazionale. Dal 2014 al 2016 è stato direttore di QS, la testata sportiva di Quotidiano Nazionale (Il Resto del Carlino, la Nazione, il Giorno). Nella sua lunga carriera presso la redazione sportiva ha seguito quattro mondiali di calcio (Spagna 82, Italia 90, Usa 94 e Francia 98) due Europei (Germania 88 e Inghilterra 96), due Olimpiadi (Los Angeles 84 e Barcellona 92), un mondiale di atletica (Tokyo 1991) e i Giochi del Mediterraneo del 1983 in Marocco. Dal 2010 è responsabile della rubrica Motori di QN e partecipa ai principali saloni internazionali dell’auto.

Ha ottenuto numerosi riconoscimenti giornalistici, come il premio Gianni Brera una penna per lo sport, il premio Ussi per la cronaca sportiva e il Premio Cinque Stelle per la sua attività nel Settimanale. Ha scritto il libro ”Razza Juve” con i colleghi Mario d’Ascoli e Federica Cappelletti e il testo universitario ”La lettura strategica” con Graziella Tonfoni.

E’ stato presidente dei Gergs (Gruppo emiliano-romagnolo del giornalisti sportivi) e vicepresidente nazionale dell’Ussi (l’Associazione italiana dei giornalisti sportivi).