Junior Poetry Festival
(©juniorpoetryfestival.it)

Nelle scuole di Castel Maggiore e Pieve di Cento la quarta edizione dell’unico festival internazionale di poesia per ragazzi in Italia

Sino a domani 2 ottobre a Castel Maggiore e Pieve di Cento, Accademia Drosselmeier di Bologna e libreria Lèggere Leggére di Castel Maggiore organizzano per il quarto anno consecutivo il Junior Poetry Festival.

Nato nel 2019 con il sostegno del Comune di Castel Maggiore e dell’Unione Reno Galliera, il Junior Poetry Festival è l’unico festival internazionale di poesia per ragazzi in Italia e quest’anno si estende anche al Comune di Pieve di Cento.

Il programma completo del festival è disponibile sul sito www.juniorpoetryfestival.it

Anche quest’anno la manifestazione è di altissimo livello e davvero internazionale, perché accoglie alcuni dei protagonisti più interessanti della poesia per bambini e ragazzi in Italia, in Europa e anche oltre.

Tra gli ospiti Adolfo Córdova dal Messico e Mathilde Chèvre dalla Francia, e dall’Italia Donatella Bisutti, Sabrina Giarratana, Alessandro Riccioni, Carlo Marconi, Ilaria Rigoli, Daniela Almansi, Pino Pace, Chiara Lorenzoni, Caterina Ramonda. Gli appuntamenti in programma comprendono reading, presentazioni, workshop, cortei poetici, iniziative di esplorazione del territorio accompagnate da letture all’aria aperta.

Gli eventi saranno dedicati ad un pubblico per lo più misto, di bambini, ragazzi, adulti, famiglie. 

Un momento di riflessione particolare per gli adulti si terrà domenica 2 ottobre alle 17:30, con la tavola rotonda dal titolo Perché una poesia per ragazzi?, coordinata da Silvana Sola. Sarà un’occasione importante per fare il punto sulla situazione della poesia per ragazzi in Italia e nel mondo. La tavola rotonda sarà preceduta da un intervento di Donatella Bisutti, personaggio di  spicco nel panorama della poesia italiana, non solo per ragazzi.

Numerose come sempre le proposte per le famiglie, quali la passeggiata poetica nei parchi di Castel Maggiore. Il pomeriggio inaugurale sarà dedicato alla poesia civile, un modo per dire anche in versi che la pace viene prima di tutto: bambini e ragazzi sfileranno per le vie della città portando cartelli poetici, guidati da Carlo Marconi. La lettura bilingue di un poema di Bertolt Brecht, La crociata dei bambini, concluderà la parata.

Altre iniziative si terranno nelle scuole: decine di interventi delle “Brigate Poetiche” porteranno la sorpresa della poesia a bambini e ragazzi, mentre gli studenti dell’IISS Keynes saranno impegnati per il secondo anno consecutivo in un progetto di traduzione editoriale di poesia. 

Della contaminazione tra poesia e altre arti il festival ha fatto un suo progetto permanente, che è sfociato quest’anno nella prima edizione del Junior Poetry Summer Camp (5-9 settembre 2022), dedicato agli adolescenti e tenutosi nella meravigliosa Villa Smeraldi, a Bentivoglio.

Quest’anno il festival si arricchisce di un ulteriore nuovo progetto: il primo numero del Junior Poetry Magazine, la prima rivista di poesia per ragazzi in Italia, uscirà in autunno e sul portale IdeaGinger è arrivo un crowdfunding per presentare il progetto e raccogliere sostenitori e abbonati: https://www.ideaginger.it/progetti/junior-poetry-magazine-la-prima-rivista-di-poesia-per-ragazzi-in-italia.html

Il direttore artistico Bernard Friot è francese, poeta e scrittore, traduttore, attivista della letteratura per ragazzi e premio Andersen nel 2019 come Protagonista della cultura dell’infanzia. Friot ha espresso lo spirito che anima l’evento nel suo decalogo dei Diritti Universali alla Poesia (il cui testo è disponibile sul sito del festival in quattro lingue). Tra gli altri: “Tutti hanno il diritto di fare esperienza della poesia, genere accessibile, aperto, democratico.”