Solisti Zagabria
(©Marina Paulenka)

Appuntamento questa sera, alle ore 21, al teatro Ebe Stignani

Si inaugura questa sera, martedì 8 novembre 2022, alle ore 21, a Imola presso il Teatro Ebe Stignani, la VII edizione di ERF#StignaniMusica 2022/23, la nuova stagione concertistica che punta tutto sui giovani talenti. In questo primo appuntamento il giovanissimo violoncellista Ettore Pagano insieme a I solisti di Zagabria, tra le migliori orchestre da camera della scena internazionale, proporranno un programma che profuma di slavo e di Mitteleuropa, di minuetti e bianche parrucche incipriate. 

Protagonista della prima parte, eseguita da Pagano, sarà la Vienna settecentesca di Haydn con il suo Concerto per violoncello e orchestra n.1 e di Amando Ivančić, musicista viennese di origine croate, con la sua Sinfonia in sol maggiore n. 9, ricca di effetti ritmici e ritornelli a eco, con ampie sonorità degli archi. Con un abile passaggio temporale, I solisti di Zagabria condurranno poi il pubblico verso le strutture musicali del Novecento, con due grandi autori, il polacco Witold Lutoslawski e l’ungherese Béla Bartók di cui interpreteranno il Divertimento per archi, brano appassionato e suo ultimo lavoro scritto in Europa, prima della partenza per gli Stati Uniti per sfuggire alla guerra.

Romano, classe 2003, Ettore Pagano ha iniziato a studiare il violoncello a soli nove anni, conseguendo poi la Laurea triennale in violoncello al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Dal 2013 ad oggi ha ottenuto primi premi con relative borse di studio in una quarantina di concorsi nazionali ed internazionali e altri premi di grande prestigio tra cui il primo premio al prestigioso Khachaturian Cello Competition a Yerevan, Armenia (2022).  Al suo attivo, collaborazioni con importanti orchestre europee, numerosi recital come solista e tournée in Italia e all’estero. Ettore Pagano suona un violoncello del Maestro Giorgio Grisales.

Da più di sei decenni guidati dalle bacchette artistiche di famosi direttori d’orchestra, l’ensemble de I Solisti di Zagabria, interpreta la musica con eccezionale virtuosismo, presentandola anche sui palcoscenici da concerto più prestigiosi del mondo. Formatisi nel 1953 nell’ambito della Radio Zagabria sotto la direzione artistica del celebre violoncellista Antonio Janigro, I Solisti di Zagabria hanno finora tenuto più di 3500 concerti in tutti i continenti, nelle principali metropoli e nelle sale concertistiche più celebri del mondo. Il loro repertorio comprende opere barocche, classiche, romantiche, ma anche contemporanee, con una particolare attenzione all’attualizzazione dei compositori croati del passato e alla presentazione di quelli giovani. 

La rassegna ERF#StignaniMusica 2022/23 vede il sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Imola, della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, di Banca di Imola, CLAI e Curti Costruzioni Meccaniche. 

Anche per questa edizione proseguirà il progetto Musica a 1 euro, altro fiore all’occhiello di Emilia Romagna Festival: tutti i ragazzi delle scuole imolesi avranno accesso a tutti gli spettacoli pagando un solo euro di ingresso, iniziativa che ha già dato ottimi risultati durante le scorse edizioni.