David Kikoski
David Kikoski (©Ufficio Stampa Bologna Jazz Festival)

E’ dedicato al fondatore della rassegna, Massimo Mutti

Il Progetto Didattico Massimo Mutti, dedicato alla memoria del fondatore del Bologna Jazz Festival di cui è parte integrante, giunge alla sua decima edizione, realizzata grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Traguardo che viene festeggiato con un raddoppio delle iniziative e ampliando il raggio d’azione ben oltre il periodo del festival.

Da lunedì 28 novembre a giovedì 1 dicembre al Camera Jazz & Music Club si svolgerà il primo dei due workshop di musica d’insieme in programma: in ‘cattedra’ ci sarà il pianista e fisarmonicista (nonché compositore e arrangiatore) Gil Goldstein. Il secondo workshop, dal 18 al 21 dicembre, sempre al Camera Jazz & Music Club, avrà come docente il pianista newyorchese David Kikoski. Entrambe le iniziative saranno introdotte da un concerto dei docenti e si concluderanno con un saggio finale che coinvolgerà gli allievi. Tutti i workshop saranno gratuiti e riservati agli studenti del Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna e del Liceo Musicale “L. Dalla” di Bologna, permettendo loro di ottenere crediti formativi.

Finalità dei workshop è la valorizzazione dei giovani talenti e delle eccellenze musicali locali in ambito jazzistico. La promozione della musica jazz tra i giovani avviene tramite l’educazione all’ascolto ma anche e soprattutto avviandoli al professionismo, offrendo loro la possibilità di confrontarsi con apprezzati maestri del jazz contemporaneo.

Grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in occasione due saggi finali (1 e 21 dicembre) verrà consegnato il Premio “Massimo Mutti”, consistente in quattro borse di studio che consentiranno agli allievi selezionati di partecipare ai corsi internazionali di perfezionamento estivi della Fondazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz e del Berklee College of Music a Umbria Jazz.

Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Bologna Città della Musica UNESCO, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, Coop Alleanza 3.0, TPER, Città Metropolitana di Bologna, del main partner Gruppo Hera e con il sostegno del Ministero della Cultura.

Informazioni: www.bolognajazzfestival.com