Giacomo Scattareggia

Ad esibirsi nella Sala Grande del museo, questa sera, sarà il giovane musicista Giacomo Scattareggia

Nell’ambito dei “Concerti al Museo Diocesano” organizzati dal Museo Diocesano di Imola in collaborazione con Emilia Romagna Festival, questa sera, venerdì 2 febbraio 2024 alle ore 21.00, nella Sala Grande del Museo Diocesano appuntamento dedicato ad una chitarra virtuosa, dal titolo Harmonie du soir che proporrà un raffinato e virtuosistico programma di chitarra sola con Giacomo Scattareggia, giovane interprete vincitore di diversi concorsi nazionali ed internazionali.

Il programma proposto è estremamente vario e si definisce con la cifra del virtuosismo. La scelta dei brani non è circoscritta al repertorio puramente chitarristico, ma presenta alcune trascrizioni, che permettono di apprezzare alcuni capolavori della musica classica attraverso nuovi colori e sonorità timbriche, proprie della chitarra.

Il concerto si apre con due brani del paraguayano Augustìn Barrios, il Preludio in do minore e la Mazurka Appassionata. In entrambi è evidente lo stile del compositore, dedito alla ricerca melodica, e ispirato fortemente dalla tradizione musicale europea. Il Preludio richiama la struttura del preludio per tastiera tipicamente bachiana, mentre la Mazurka sembra ispirarsi al pianismo romantico.

Si continua con un celeberrimo brano di Maurice Ravel Pavane pour une infante défunte, scritta in origine per pianoforte nel 1899, dedicato alla Principessa de Polignac. É una danza dal carattere lento e solenne, che riprende forme e temi arcaici, attraverso nuovi colori e armonie, tendenza questa molto diffusa tra i compositori di fine Ottocento. Segue il Prélude op. 9 n. 1 pour la main gauche, celebre preludio dal sapore tardo-romantico, composto da Alexander Scriabin per pianoforte, che rimanda alle sere invernali della Russia di fine secolo.

Si passa poi al romanticismo salottiero di Harmonie du soir, del compositore slovacco Johann Kaspar Mertz, una fantasia dal carattere notturno che alterna melodie dalla grande cantabilità a episodi estremamente virtuosistici.Chiude il programma la monumentale Ciaccona di Johann Sebastian Bach, tratta dalla Partita n. 2 in re minore per violino solo, considerata uno dei più grandi capolavori della storia della musica.

Ingresso con offerta minima di € 5 a favore delle attività del Museo Diocesano

Prenotazione consigliata Tel.: 333 9782548 oppure via email: museo@imola.chiesacattolica.it