Innocenzo da Imola Ensamble
(©Ufficio Stampa Michela Giorgini)

I bambini suonano per i bambini: concerto di beneficenza al teatro imolese

Domenica 26 maggio 2024, presso il Teatro Stignani di Imola torna il concerto di beneficenzaI BAMBINI SUONANO PER I BAMBINI”, un progetto unico in cui i ragazzi dell’Innocenzo da Imola Ensemble, composto da una quarantina di giovanissimi interpreti,suonano affiancando la voce del noto attore Stefano Fresi, nel concerto dal titolo I sing ammore ed altre storie, che propone una carrellata di grandi successi, dalle celeberrime canzoni italiane che hanno segnato la nostra storia canora fino ad alcune delle più note canzoni tratte da film animati. L’incasso del concerto sarà interamente devoluto all’assistenza dei bambini che patiscono terribili condizioni di vita in Ucraina e a Gaza tramite Unicef.

Attore molto amato dal pubblico italiano ma anche grande interprete della musica con cui da sempre ha un profondissimo legame e con cui ha infatti iniziato la sua carriera da giovanissimo, come compositore, cantante e musicista, Stefano Fresi sarà accompagnato dall’Innocenzo da Imola Ensemble, preparato e diretto dai docenti e musicisti Massimo Ghetti, Annalisa Mannarini, Letizia Ragazzini, Stefano Stalteri, Marco Trebbi e Luigi Zardi, in un percorso di veri high lights: dai brani più celebri di Fred Buscaglione come il suo cavallo di battaglia Eri piccola o Guarda che luna, al grande successo internazionale di Tony Renis Quando quando quando, o allo swing di Tu vo’ fa l’americano, ironico brano di Renato Carosone, o Nel blu dipinto di blu dell’indimenticabile Domenico Modugno, senza tralasciare il brano che ispira il titolo del concerto I sing ammore, che haportato al successo Nicola Arigliano nel 1959, un divertente pastiche di anglo-italiano pret-à-porter a uso dei dongiovanni italiani in caccia di turiste straniere che ha fatto scuola. Completano il programma notissimi brani internazionali come Smoke gets in your eyes, famosissima la versione dei Platters, e una breve incursione nelle colonne sonore di celebri film d’animazione come Un amico come me dal film Aladdin o Hakuna Matata di Elton John dal film Il Re Leone. In programma anche due celebri brani strumentali di Henry Mancini in un doveroso omaggio ai cent’anni dalla nascita del compositore statunitense.

Il progetto è volto al coinvolgimento di un largo numero di giovanissimi studenti con l’obiettivo di portare una presa di coscienza del processo di crescita personale e di costruzione positiva dell’identità, attraverso l’esempio di un grande Maestro e la Musica di Insieme. I concerti “I BAMBINI SUONANO PER I BAMBINI” degli anni precedenti, hanno già visto collaborare l’Innocenzo da Imola Ensemble con artisti di fama internazionale, quali Catherine Spaak nel 2017 con lo spettacolo “Il piccolo principe”, Danilo Rea nel 2018 con un percorso musicale tra i generi, Elio (senza le Storie Tese) nel 2019 con L’opera da tre soldi e altre storie e Peppe Servillo nel 2023 con un percorso canoro dedicato alla musica d’autore.

L’Innocenzo da Imola Ensemble nasce all’interno del corso musicale dell’Istituto comprensivo n.2, scuola secondaria «Innocenzo da Imola», scuola a indirizzo musicale. L’Istituto ha ottenuto tantissimi riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali nelle categorie musica d’insieme e solisti, e collabora assiduamente con alcune importanti realtà musicali del territorio, come la Banda musicale Città di Imola, la Nuova scuola di musica Vassura Baroncini, la Scuola secondaria Rolandino Pepoli di Bologna e la Compagnia dei Babbi e delle Mamme con cui hanno realizzato i musical La bella e la bestia e Aladdin. Nel corso degli anni, inoltre, la scuola ad indirizzo musicale di Imola, costituita dalle classi di percussioni, pianoforte, sassofono e tromba, ha svolto un’intensa attività concertistica esibendosi in importanti teatri e sale da concerto, come Palazzo Sersanti e la Chiesa San Domenico di Imola, il Ridotto del Teatro Comunale e Auditorium Sant’Agostino di Ferrara e il Teatro delle Celebrazioni di Bologna, e tra il 2015 e il 2016, ha realizzato lo spettacolo Un silenzio lungo cent’anni che vanta il patrocinio dell’Università degli studi di Bologna e della Repubblica Italiana.

L’evento è realizzato da Emilia Romagna Festival in collaborazione con il Comune di Imola, il Teatro Ebe Stignani, la Scuola Secondaria di I grado a indirizzo musicale “Innocenzo da Imola” (IC2), e la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.