Pianista in piazza Imola
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Venerdì 28 giugno Imola torna a ospitare un evento speciale per celebrare il legame tra la città e il pianoforte. La sera risuoneranno le note di cinque pianoforti per le vie del centro.

“La città di Imola ha una vocazione strettissima con uno strumento: il pianoforte – spiega l’Assessore alla Cultura, Giacomo Gambi, che prosegue – sede da decenni della prestigiosa Accademia “Incontri con il maestro”, ha visto negli anni alternarsi docenti tra i più accreditati del panorama mondiale e talentuosi allievi che da Imola hanno intrapreso brillanti carriere internazionali. La scuola di musica Vassura-Baroncini vede nei corsi di pianoforte un’assoluta eccellenza, sia per numero di iscritti sia per il livello raggiunto dagli allievi. Il pianoforte è quindi legato a doppio filo con la storia recente di questa città e Imola Piano e Forte vuole essere un evento che l’amministrazione comunale, in collaborazione con l’Accademia Pianistica, desidera proporre ai cittadini”.

Dalla pluriennale vocazione della nostra città nei confronti del pianoforte nasce “Imola Piano e Forte”, un originale format musicale alla sua seconda edizione che animerà il centro storico venerdì 28 giugno. È un’iniziativa realizzata dall’Area Cultura del Comune di Imola in collaborazione con la Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il maestro”.

Dalle ore 19 alle 23 saranno allestite cinque postazioni pianistiche nel centro storico – piazzetta S. Francesco, via Emilia, piazza Gramsci, piazza Matteotti e piazza Caduti per la Libertà – dove, senza soluzione di continuità, si esibiranno i brillanti allievi dell’Accademia Pianistica in una formula “Piano City”, con la città come palcoscenico diffuso. I giovani pianisti proporranno al pubblico un repertorio della musica d’arte, con la possibilità di fruirlo in modo informale e inconsueto.

Ecco i pianisti e le musiche che eseguiranno nelle diverse postazioni:

  • in piazzetta S. Francesco (via Emilia all’altezza della biblioteca) si alterneranno Anna Massi, Ludovico Falqui Massidda e Domenico Bevilacqua su musichedi Mozart, Bach, Beethoven, Ravel, Debussy, Brahms, Faure, Scarlatti, Chopin, Schubert, Liszt e Wagner
  • sulla via Emilia (all’altezza della farmacia dell’Ospedale) si esibiranno Dora Bakiu, Liliana Di Battista e Andrei Makarov che suoneranno Chopin, Rachmaninoff, Scriabin, Schumann, Debussy, Scarlatti e Brahms
  • in piazza Gramsci Wataru Mashimo, Anastasia Fioravanti e Alessio Lowenthal interpreteranno Schumann, Henselt, Ravel, Haydn, Chopin, Poulenc, Mendelssohn e Debussy
  • in piazza Caduti per la Libertà Daniele Panizza, Ryusuke Sasaki e Massimo Taddei eseguiranno Debussy, Chopin, Liszt, Rachmaninov, Tchaikovsky, Bach, Mozart, Brahms, Ravel, Gounod, Paganini e Prokofiev
  • in piazza Matteotti si alterneranno Beatrice ed Eleonora Dallagnese, Ekaterina Chebotareva e Mayaka Nakagawa su musiche di Brahms, Schubert, Chopin, Stravinsky, Agosti, Scarlatti, Liszt, Bellini, Ravel e Satie.

La scaletta dettagliata con i brani suonati sarà pubblicata sul sito www.culturaimola.it e potrà essere visualizzata inquadrando i QRcode presenti nelle diverse postazioni.