Incontro opoe conserve italia
(Ufficio Stampa Conserve Italia)

Il Gruppo cooperativo di San Lazzaro di Savena interviene a tutela della filiera agricola e dei lavoratori con l’affitto del sito produttivo di Dodici Morelli di Cento, in provincia di Ferrara

È stato formalizzato a seguito di una procedura di assegnazione bandita nelle settimane scorse da Cento Food Srl l’affitto da parte di Conserve Italia del complesso aziendale O.P.O.E. (Organizzazione Produttori Ortofrutticoli Europa) di Dodici Morelli di Cento (FE), specializzato nella lavorazione del pomodoro con la produzione di polpe, passate, semi-concentrati e sughi pronti.

L’affitto da parte del Gruppo cooperativo avrà la durata di due anni e, in attesa della definizione delle procedure concorsuali, consentirà lo svolgimento delle campagne 2021 e 2022 del pomodoro nello stabilimento O.P.O.E., salvaguardando così sia gli agricoltori del territorio che conferiscono il prodotto, sia l’occupazione dei circa 120 addetti tra fissi e stagionali impegnati nel sito.

Dopo la firma del contratto di affitto, si è tenuto un incontro istituzionale all’interno dello stabilimento con la partecipazione del Sindaco di Ferrara Alan Fabbri e del Sindaco di Cento Fabrizio Toselli.

“Siamo intervenuti, non senza difficoltà, per assicurare continuità produttiva agli agricoltori che avevano già programmato i conferimenti del pomodoro e per garantire stabilità occupazionale – ha dichiarato Maurizio Gardini, presidente di Conserve Italia, gruppo cooperativo con sede a San Lazzaro di Savena – La campagna del pomodoro è ormai alle porte ma siamo pronti a mettere rapidamente in campo tutte le professionalità e le competenze della nostra Azienda per salvare questa stagione produttiva a beneficio degli agricoltori, dei lavoratori e di tutto il territorio centese che non può permettersi di perdere questo sito produttivo”.

“Davanti alle difficoltà e alle richieste di aiuto giunte da più parti, abbiamo ritenuto di intervenire a tutela della filiera agricola locale, che in questo territorio produce pomodoro emiliano di ottima qualità, molto apprezzato dai consumatori – ha aggiunto Pier Paolo Rosetti, direttore generale di Conserve Italia – In questa fase così delicata, il nostro apporto è finalizzato ad assicurare la continuità produttiva dello stabilimento di Dodici Morelli dando prospettive agli agricoltori grazie alla nostra struttura commerciale capace di collocare con il marchio Cirio il pomodoro made in Italy sui mercati di oltre 80 Paesi, oltre ad assicurare la presenza sul mercato interno con i marchi Cirio, Valfrutta e Jolly Colombani”.