Poste centro smistamento Bologna
(Ufficio Stampa Poste Italiane)

Grazie ai nuovi centri di distribuzione aumenta la capacità di consegna dei pacchi

Poste Italiane è il primo operatore in Italia per la consegna dei pacchi, con una quota di mercato del 37%. La costante crescita dell’e-commerce ha comportato un incremento del numero di pacchi consegnati da Poste Italiane, arrivato nel corso del 2020 a circa 210 milioni, con un incremento del 41% rispetto all’anno precedente.

Entro il 2025, come dichiarato dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante, oltre il 50% dei ricavi dell’Azienda sarà generato dal business dei pacchi. Poste Italiane continua quindi ad investire sulla logistica e sugli impianti di smistamento per essere più moderna e veloce.

Grazie allo sviluppo di modelli per la gestione evoluta dell’ultimo miglio, Poste Italiane ha introdotto nella sua offerta i servizi di Same Day Delivery (consegna in giornata se l’ordine viene effettuato entro un orario di cut off) e Scheduled Delivery (consegna nel giorno desiderato e all’interno di una specifica fascia oraria, anche serale). Fiore all’occhiello oggi è il Centro di Brescia con un’estensione di circa tremila metri quadri, che rappresenta un importante snodo logistico e strategico per la lavorazione dei pacchi destinati al Centro e Sud Italia, con oltre 200 dipendenti capaci di smistare in media 70mila pacchi al giorno.

Una quota rilevante di questi viene destinata al Centro di Smistamento di via Zanardi a Bologna, dove sono impiegate circa 650 risorse per la lavorazione dei pacchi destinati ai quasi 4 milioni e mezzo di residenti in Emilia Romagna. Il Centro di Bologna è in continua evoluzione anche dal punto di vista tecnologico grazie all’inserimento di nuovi macchinari come ad esempio l’AGS. Il suo processo produttivo è costituito da una solida collaborazione tra reparti e da una consolidata rete di trasporti che permette la distribuzione della posta in tutta la regione.

In Emilia Romagna, Poste Italiane può contare su 85 Centri di Distribuzione, fra i quali quello di Codigoro, inaugurato a inizio anno. Questa struttura dispone di attrezzature di ultima generazione che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti e la consegna ai cittadini. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, quali i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, che consentono di ordinare la corrispondenza più velocemente.

In regione è inoltre presente una rete di servizi integrati composta da circa 1200 punti FIT (Federazione Italiana Tabaccai) e altri Collect Point, oltre a Lockers e “Punto Poste da Te” per l’invio e il ritiro di spedizioni.

La flotta aziendale in Emilia Romagna comprende 205 mezzi elettrici (auto e tricicli) e 211 tricicli a basso impatto ambientale. Tutti i portalettere sono dotati di palmare per gestire la corrispondenza ordinaria e a firma in modo veloce e tracciata, portando a domicilio servizi postali e di pagamento sia per i privati sia per i professionisti. Infatti il destinatario della corrispondenza può pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito dei maggiori circuiti internazionali.