Imola think local

Si svolgerà sabato 23 ottobre la prima giornata nazionale della prossimità locale

Confcommercio Ascom Imola aderisce al THINK LOCAL DAY, la giornata della prossimità locale. Un’occasione unica per valorizzare il commercio di vicinato, simbolo di un modo di vivere etico, sostenibile, in grado di raccontare e proteggere l’identità dei nostri territori.

Pensare Think LocaL significa infatti connettersi con tutte le realtà del proprio quartiere, vivere la cultura di prossimità senza darla per scontata, valorizzare e rilanciare l’economia limitrofa, donare una parte del proprio tempo alla comunità, adottare la logica di prossimità per una sostenibilità ambientale percorribile.

L’iniziativa di sensibilizzazione, alla sua prima edizione, si terrà Sabato 23 Ottobre e si prefigge di:

  • Sensibilizzare le persone al valore della prossimità per indurle a riscoprire il luogo dove vivono in tutti i suoi aspetti (la bottega storica, il sito culturale, il prodotto tipico)
  • raccogliere l’attenzione e sensibilizzare il maggior numero di istituzioni, associazioni e persone sul valore di tutto il bello italiano
  • coinvolgere quartieri, paesi, città compresi i luoghi meno turistici, perché l’Italia è tutta bella e ricca di storie.

Tutte le attività di prossimità e di vicinato potranno partecipare all’iniziativa esponendo in vetrina o nel proprio locale la locandina ufficiale dell’evento oppure condividendola attraverso i propri canali social con gli hashtag #thinklocal #iocomprosottocasa.

“Focalizzarsi sulla prossimità, essere turisti della propria città, fare acquisti a Km 0. Questi i presupposti del Think Local Day o Giornata Nazionale della Prossimità Locale. Think Local Day è il giorno in cui in tutta Italia si festeggia il valore di quello che ci circonda, il proprio quartiere, la propria città, la dimensione reale che ogni giorno ci accoglie. Come Confcommercio Ascom Imola abbiamo deciso di sposare il progetto per la molteplicità dei suoi aspetti e dei suoi valori nei quali crediamo fortemente – spiega il Presidente di Confcommercio Ascom Imola Danilo Galassi – Fare acquisti sotto casa non significa soltanto tendere una mano alle attività commerciali già provate dalla globalizzazione, dall’uso smodato della tecnologia e dal consequenziale cambiamento degli stili di vita, che la pandemia ha ulteriormente acuito. Focalizzarsi sulla prossimità significa incasellarsi su un pensiero alto, evitare l’impatto ambientale della merce che viaggia, significa andare alla scoperta del proprio territorio, riappropriarsi degli spazi comuni.