Andrea Alpi BCC Felsinea
Il Direttore Generale Andrea Alpi (Ufficio Stampa BCC Felsinea)

BCC Felsinea partecipa al piano della Capogruppo Cassa Centrale Banca per contribuire al rilancio del Paese e uscire dalla crisi dovuta alla pandemia da Covid-19

Il Gruppo Cassa Centrale ha scelto di ricoprire un importante ruolo nel supporto alle imprese che vorranno accedere ai fondi europei stanziando un plafond di 1 miliardo di euro e attivando strumenti di finanziamento dedicati. In questo contesto, BCC Felsinea – così come tutte le banche del Gruppo – metterà a disposizione delle imprese interessate consulenti professionali al fine di garantire un’assistenza qualificata lungo tutto l’iter, dalla presentazione dei progetti all’erogazione del contributo.
 
“La posta in gioco è rilevante, gli investimenti privati connessi al PNRR dovrebbero superare i 600 miliardi di euro nei 5 anni del Piano, con la previsione di 180 miliardi di credito bancario a supporto delle iniziative. BCC Felsinea intende svolgere al meglio il proprio ruolo nello schema strutturato e coordinato da Cassa Centrale identificando le opportunità per la clientela e supportandola nel percorso di adesione” – sottolinea Andrea Alpi, Direttore Generale di BCC Felsinea.
 
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – lo strumento realizzato dal Governo italiano al fine di attuare il Programma Europeo Next Generation EU – vede l’Italia come primo beneficiario delle risorse stanziate tra tutti gli Stati membri, per un ammontare complessivo pari a 235 miliardi di euro. Le banche, in questo scenario, sono chiamate ad essere il riferimento per le imprese, stimolando la domanda di investimento e favorendo l’accesso ai fondi anche tramite attività di advisory. Potranno inoltre sostenere finanziariamente le filiere produttive incoraggiando l’adozione di politiche ESG driven che guideranno la transizione green.
 
Il plafond del Gruppo Cassa Centrale potrà essere utilizzato nel periodo temporale di esecuzione del PNRR (2021-2026), a seconda della timeline degli investimenti, seguendone la temporalità e modulando le risorse con il coinvolgimento delle singole banche affiliate. L’iniziativa si inserisce nelle attività che il Gruppo svolge per promuovere uno sviluppo equilibrato e sostenibile dei luoghi in cui è presente e favorire il coinvolgimento, la partecipazione attiva e la rappresentatività delle varie aree geografiche. Il miliardo stanziato porterà effetti benefici sui territori delle BCC-Casse Rurali-Raiffeisen del Gruppo che, con le risorse a disposizione, potranno sostenere imprese e amministrazioni locali facendo sistema.