Imola evento con gente in centro storico
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Il fondo è trasferito dalla Città Metropolitana di Bologna per la promozione e l’attivazione di “Centri commerciali naturali”

Il Comune mette a disposizione un fondo di 75 mila euro per l’erogazione di contributi a fondo perduto a sostegno delle imprese del centro storico, quale centro commerciale naturale.

A conclusione del Progetto “Imola Centro Storico”, inserito nell’ambito di “Programmi di intervento locali per la promozione e l’attivazione di “Centri commerciali naturali” anno 2020 – L.R. 41/97, art. 10 bis”, il Comune ha infatti dato seguito agli adempimenti previsti per sostenere il Centro storico quale Centro commerciale naturale.

L’intervento, condiviso con le associazioni di categoria Confcommercio Ascom Imola, Confartigianato Imprese per l’Italia, Confesercenti del territorio imolese e Cna Città Metropolitana prevede che il Comune eroghi il suddetto finanziamento, messo a disposizione dalla Città Metropolitana di Bologna, alle imprese associate o che intendono associarsi all’Associazione Temporanea di Imprese “Operatori del Centro Storico”, per perseguire gli adempimenti e le finalità previste dal progetto.

I soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono le piccole e medie imprese esercenti il commercio al dettaglio e quelle esercenti la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e del settore dei servizi con attività commerciale annessa (fa fede la visura camerale). I soggetti beneficiari debbono essere operanti nell’area del Centro Commerciale naturale di Imola oggetto del programma di valorizzazione. Ricordiamo che il Centro Commerciale naturale di Imola comprende un’area più ampia del solo centro storico, includendo, ad esempio, anche l’asse stazione-autodromo (in allegato la planimetria del Centro Commerciale naturale di Imola).

Cosa può essere ammesso a finanziamento

Le iniziative ammissibili riguardano interventi volti a riqualificare le attività mediante:

  • riqualificazione coordinata degli elementi di comunicazione esterna: sostituzione di serramenti ciechi con serramenti trasparenti, rinnovo delle vetrine, dei tendaggi, delle insegne e degli arredi esterni, comprese le spese della loro installazione e relativi impianti, conformemente alle norme urbanistiche, edilizie e sanitarie vigenti;
  •        interventi di ristrutturazione delle entrate agli esercizi commerciali che favoriscano l’accesso ai diversamente abili, nonché la creazione di percorsi all’ interno dei negozi che favoriscano la mobilità di tali soggetti;
  •        spese riguardanti arredi, impianti, macchinari, attrezzature e relative installazioni, fermo restando che tutti gli interventi dovranno essere realizzati nel rispetto delle norme urbanistiche, edilizie, sanitarie e di pubblica sicurezza vigenti;
  •        interventi di consulenza e formazione (assistenza tecnica) appositamente progettati per un lavoro di gruppo e/o individuale con gli operatori, finalizzato ad aggiornare le competenze e le tecniche di vendita;
  •        iniziative di sostegno agli operatori e animazione degli spazi pubblici nell’area di cui all’allegato nonché, campagne di pubblicizzazione e promozione del Centro storico;

I soggetti che intendono presentare domanda per accedere ai contributi suddetti dovranno preventivamente presentare apposita domanda di adesione all’ATI denominata “Operatori del Centro Storico” ed adempiendo a quanto stabilito nell’atto costitutivo e nel Regolamento del citato Gruppo Temporaneo che, al momento dell’adesione, verranno loro consegnati in copia.

Il contributo

Il contributo è a fondo perduto per un importo massimo di € 10.000 per ogni attività avente diritto, con un minimo di spesa di € 2.000 al netto di IVA e comunque mai superiore al 50% delle spese (al netto di IVA) ammissibili sostenute dal richiedente.

Il contributo eventualmente concesso verrà erogato dal Comune di Imola previa dimostrazione da parte del beneficiario dell’avvenuto saldo delle fatture relative ai costi documentati e ammessi.

Le domande devono essere presentate su carta libera utilizzando il modello appositamente predisposto (scaricabile dal sito del Comune di Imola, sia all’albo pretorio sia https://www.comune.imola.bo.it/sviluppo-economico) e possono essere presentate dalla data di pubblicazione del bando, prevista domani, fino al 31 ottobre 2024 al Comune tramite invio via pec all’indirizzo: suap@pec.nuovocircodarioimolese.it contestualmente alla eventuale domanda di adesione all’associazione temporanea d’imprese “Operatori del Centro Storico”. Successivamente il Comune farà pervenire le domande all’ATI per il tramite della Associazioni di Categoria: Confcommercio – Ascom Imola; Confesercenti Territorio Imolese; Cna Imola; Confartigianato Assimprese. 

“Questo nuovo bando è un ulteriore tassello che si inserisce nelle diverse attività e azioni che abbiamo concordato con le associazioni di categoria, finalizzate al rilancio del Centro storico e che intendono supportare le riqualificazioni e le migliorie che gli imprenditori commerciali del centro naturale mettono in campo – sottolineano il sindaco Marco Panieri e l’assessore al Centro storico e Attività produttive, Pierangelo Raffini -. Abbiamo utilizzato gli ultimi fondi della legge regionale 41/97 che da quest’anno è modificata e stiamo dimostrando con azioni concrete, anche attraverso l’assegnazione dei “contenitori pubblici” e con il city dressing, il nostro impegno per il cuore della Città. E’ nostra intenzione affiancare questa azione con una successiva, verso fine anno, dedicata solo alle nuove imprese”.