25 Aprile

Nel rispetto delle norme anti Covid-19, la città ricorda quanti combatterono e caddero per la libertà

Domenica 25 aprile Imola, Città medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana, celebrerà, in forma ridotta, il 76° anniversario della Liberazione, in ottemperanza alle normative in vigore per il contrasto alla diffusione del Coronavirus. Non vi saranno, infatti, la tradizionale cerimonia nelle piazze del centro storico ed il corteo fino al monumento al Partigiano.

Pertanto, domenica 25 aprile alle ore 11, il sindaco Marco Panieri, alla presenza del presidente dell’Anpi Imola, Gabrio Salieri, con gesto semplice, deporrà una corona ai piedi del Monumento al Partigiano, in piazzale Leonardo da Vinci. Si tratta di una cerimonia alla quale la cittadinanza non potrà essere presente, con la partecipazione solo del sindaco Marco Panieri, del presidente dell’Anpi Imola, Gabrio Salieri, dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, del presidente del Coordinamento Associazioni d’Arma Imolesi, Franco Camaggi. La Banda Musicale Città di Imola, presente in formazione ridotta, eseguirà l’Inno Nazionale.

Pur dovendosi svolgere senza la presenza della cittadinanza, viste le misure in vigore per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, la cerimonia conserva un alto valore simbolico, per tenere viva la memoria. Il Comune, infatti, insieme all’Anpi, tenendo ben solide le radici nella propria storia, vuole continuare a ricordare quegli avvenimenti che fanno parte dell’identità della nostra Comunità e dell’intero Paese.

A seguire, nell’ambito del progetto “Quando un posto diventa un luogo”, sempre al Monumento al Partigiano, verrà diffuso un intervento audio registrato dalla classe del Liceo delle Scienze Applicate “F. Alberghetti”, con la prof.ssa Francesca Ferri, in collaborazione con il Viola Ensemble, con Stella Degli Esposti, Rachele Fiorini, Giulia Guardenti e Elisabeth Reolid, della Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro”.

L’intera cerimonia sarà trasmessa in diretta streaming, sulle pagine facebook del Cidra, del Comune di Imola e dei Musei Civici di Imola.

Sempre domenica 25 aprile, in precedenza, personale appositamente incaricato posizionerà corone all’interno della Rocca sforzesca, alla lapide a ricordo dei partigiani e antifascisti detenuti e torturati in Rocca; all’esterno della sede dell’Anpi, alla lapide dei partigiani ed antifascisti caduti e fucilati a Bologna; nell’androne del Municipio, alla lapide dei caduti in guerra.