Imola asta frasi Ayrton Senna
(Ufficio Stampa Comune di Imola)

La decisione è stata presa in accordo fra il Comune e gli enti coinvolti nell’iniziativa

Ad oggi sono state battute all’asta 3 luminarie, per un totale di 3.205 euro. L’asta nasce dalla collaborazione tra il Comune di Imola e IF – Imola Faenza Tourism Company, il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e il patrocinio della Fondazione Ayrton Senna, con l’obiettivo di onorare la memoria del grande pilota brasiliano, scomparso in seguito all’incidente in pista avvenuto a Imola il 1° maggio del 1994 e, nel contempo, esaudire il suo desiderio di aiutare i bambini in difficoltà. Il ricavato dell’asta sarà infatti devoluto ad organizzazioni senza fini di lucro – che saranno individuate da una commissione di cui saranno parte il Comune di Imola, la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola ed IF – per attivare iniziative di sostegno a bambini, ragazzi e giovani duramente colpiti da questa emergenza socio-sanitaria.

Per partecipare all’asta si accede al link: www.charitystars.com/Ayrton

 “Sono molto contenta che possiamo dare l’opportunità di fare donazioni anche ad altri, proseguendo con l’asta. Le luminarie sono state una grande occasione per mostrare Imola in tutto il mondo e fa piacere che con questa iniziativa possiamo essere anche utili per i ragazzi del nostro territorio, che hanno subito tanti disagi causa la pandemia. Grazie ai fondi raccolti con l’asta, attraverso i bandi promossi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, potremo dare loro strumenti, come ad esempio corsi di formazione in presenza o iniziative di socialità, per recuperare quelle attività che sono mancate loro durante questo lungo periodo di pandemia” – sottolinea Elena Penazzi, assessore all’Autodromo.

Crowfunding

La scelta di prorogare il termine del Crowdfunding al 31 maggio consentirà di utilizzare per la promozione dell’iniziativa anche gli appuntamenti che verranno organizzati nella Rocca sforzesca nel mese di maggio. Il ricavato di questa raccolta servirà, infatti, per la riqualificazione della Rocca di Imola, con un’adesione minima di 10 euro. Ad oggi sono stati raccolti 1.922 euro tramite 73 donazioni.

Per promuovere la raccolta fondi, nelle scorse settimane sono stati coinvolti, fra gli altri, come testimonial della campagna sui social, in particolare Instagram, dove ciascuno di loro può contare su migliaia e migliaia di followers, Martina Carraro, nuotatrice Fiamme Azzurre; Fabio Scozzoli, nuotatore Esercito; Alessia Polieri, nuotatrice Fiamme Gialle; Andrea Minganti, tatuatore; Giorgia Pistocchi, tecnica della prevenzione; Nunzia Coppola, commessa; Max Marchi, personal trainer; Giovanna Gemma, modella; Matteo Marchi, fotografo; Elisa Bergami, modella e hostess di volo  e Gabriela Giovanardi, modella. Tra le altre cose,  posteranno nelle loro stories lo “swipe up” del crowdfunding. Lo “swipe up” consente, scorrendo verso l’alto, di aprire direttamente la pagina https://www.charitystars.com/project/la-rocca-per-i-giovani per effettuare la donazione.

Tutta l’iniziativa è promossa in collaborazione con If – Imola Faenza Tourism Company, con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola ed il patrocinio della Fondazione Ayrton Senna. Terminato  il crowdfunding, per simboleggiare questo progetto, la luminaria verrà esposta all’autodromo di Imola, dove rimarrà per rendere omaggio al mito di Ayrton Senna. Inoltre, il nome di ciascun donatore (o le sue iniziali, se preferisce restare anonimo) che contribuirà a sostenere il progetto tramite il crowdfunding sarà trascritto su una targa celebrativa che sarà esposta sempre all’autodromo. 

“L’Amministrazione comunale ringrazia la settantina di donatori, imolesi e non, che fino ad oggi hanno risposto alla raccolta fondi per il restauro della nostra Rocca sforzesca. Certamente in questi giorni in cui la Rocca ospita le iniziative legate al Caterina’s Day ci sarà modo di pubblicizzare ulteriormente questa possibilità tra i partecipanti che frequenteranno lo storico monumento nei fine settimana di maggio. Questo è il motivo per cui abbiamo concordato con Charitystar e la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola di prorogare la raccolta fondi. La modalità per effettuare la donazione, lo ricordiamo, è semplicissima: andare sul sito, indicare la cifra che si vuole donare, inserire il metodo di pagamento.  La rocca è il simbolo di Imola, luogo del cuore che merita tutta la nostra attenzione culturale ma anche manutentiva” – commenta Giacomo Gambi, assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili.