Mente Locale estate 2021
(Ufficio Stampa Mente Locale - Visioni sul Territorio)

Appuntamenti in programma sino a domenica 1 Agosto fra le colline di Bologna e Modena

Sperimentate con successo nel 2020, tornano anche quest’anno le proiezioni estive di Mente Locale – Visioni sul territorio, il primo festival italiano dedicato a promuovere e valorizzare il racconto del territorio attraverso la narrazione audiovisiva.

Fino a domenica 1 agosto, l’appuntamento è con Mente Locale Estate 2021 attraverso serate di proiezioni nei territori del festival, tra le colline di Bologna e Modena, a Bazzano (Bo), Vignola (Mo), Loiano (Bo), Casalecchio di Reno (Bo) e Castelvetro di Modena (Mo).

Dopo l’inauguraizone di ieri, domenica 25 luglio, al Cinemax di Bazzano (Bo) con tre cortometraggi realizzati dagli studenti che hanno partecipato insieme ai loro insegnanti alla prima edizione del concorso nazionale che seleziona il meglio della produzione audiovisiva realizzata dalle scuole italiane in tema di racconto del territorio, si proseguirà martedì 27 luglio (ore 21.00) nel Cortile della Biblioteca Auris di Vignola (Mo) per la prioezione del film Gli anni che cantano di Filippo Vendemmiati, che si è guadagnato la menzione speciale del Segretariato Regionale MiC Emilia – Romagna “Mente Locale – Filmare per Bene” alla settima edizione di Mente Locale – Visioni sul territorio. Il documentario, un viaggio che ripercorre la storia del Canzoniere delle Lame, il gruppo che ha fatto la storia della canzone politica a Bologna e non solo, sarà presentato dall’autore insieme ai suoi protagonisti. La proiezione è organizzata in collaborazione con Comune di Vignola e Fondazione di Vignola. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, in caso di pioggia la proiezione sarà annullata.

Giovedì 29 luglio (ore 21.00) all’Arena estiva del Cinema Vittoria di Loiano (Bo), è il turno del film presentato dalla Toscana Film Commission in collaborazione con Comune di Loiano e Amici del Vittoria APS. E’ il pluripremiato documentario La regina di Casetta di Francesco Fei, fotografia di un mondo rurale che va scomparendo, dell’Italia dei borghi in via di spopolamento, di una vita che segue i ritmi ancestrali della natura. Dopo la proiezione seguirà un incontro con il produttore e la protagonista del film. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, in caso di pioggia la proiezione si terrà all’interno del Cinema.

Venerdì 30 luglio (ore 21.00) alla Casa delle Acque di Casalecchio di Reno (Bo), la serata si apre con la presentazione del progetto T’arcordet al Lido? a cura di Casa delle Acque APS in collaborazione con Carta Bianca APS, di cui sarà mostrato il teaser promozionale. A seguire Il passo dell’acqua documentario di diploma alla scuola di cinema Zelig di Antonio di Biase, un omaggio alla terra d’Abruzzo e all’antico universo contadino ormai scomparso, dove l’autore – presente alla proiezione – attraversa la regione dalle vette della Maiella al mare Adriatico, in cerca di tracce, voci e volti. Il lavoro ha ricevuto tantissimi premi in giro per l’Italia, tra cui quello dell’ultima edizione di  Mente Locale – Visioni sul territorio, come miglior film, assegnato dalla Giuria del festival. La serata è organizzata in collaborazione con Comune di Casalecchio di Reno e Casa delle Acque APS. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, in caso di pioggia le proiezioni saranno annullate.

Mente Locale Estate 2021 si chiude domenica 1 agosto (ore 21.00) nel Cortile della Biblioteca Comunale Augusto Simonini di Castelvetro di Modena (Mo), ancora con la proiezione de Il passo dell’acqua di Antonio di Biase, che anche per questa serata incontrerà il pubblico rivelando il percorso che l’ha portato a realizzare questa sua prima opera. La proiezione è organizzata in collaborazione con il Comune di Castelvetro di Modena. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, in caso di pioggia la proiezione sarà annullata.

Il programma è disponibile sul sito www.festivalmentelocale.it