Pulce Acqua Ravenna

Appuntamento domani, domenica 12 settembre, con la tradizionale fiera “La Pulce d’Acqua”

Ritorna il “vintage” in Darsena con il mercatino dell’usato: “La Pulce d’Acqua” è in programma domenica 12 settembre, dalle 8.30 alle 18.30. Per accedere al luogo di esposizione è indispensabile essere in possesso della Certificazione verde Covid-19, cioè del Green Pass. Le persone sprovviste della certificazione sono sanzionabili ai termini di legge.

I prossimi appuntamenti si terranno ancora alla domenica: il 26 settembre, il 10 e il 24 ottobre, il 7 e il 21 novembre; per la data dell’8 dicembre il giorno è mercoledì.

“La Pulce d’Acqua”, la fiera del riciclo, consente a tutti di acquistare a prezzi contenutissimi libri, bijoux, oggettistica, giochi. Tra i banchi del mercatino non è raro trovare pezzi unici, storici e riannodare il filo dei ricordi, facendo un tuffo nel passato e rivivendo la tradizione, anche attraverso oggetti simbolo della Romagna.  La “nuova vita” delle cose passa anche dall’abbigliamento: abiti e accessori riscuotono sempre interesse, molto ricercati ad esempio gli occhiali “vintage”. Grande interesse anche per i dispositivi di un tempo come lo “stereo”, i “mangianastri”, i “mangiadischi” per i 45 giri, o i vecchi telefoni. Un vero e proprio tuffo nella storia attraverso gli oggetti, dal fascino innegabile.   

Curiosare fra gli stand delle fiere de “La Pulce”, quindi, può riservare sempre sorprese. L’iniziativa, ormai un punto di riferimento nel panorama ravennate, è aperta a tutti i privati cittadini che desiderano svuotare cantine, soffitte e armadi dagli oggetti che non usano più, ma che possono essere utili ad altri, innescando un circolo virtuoso e allungando la vita degli oggetti. La filosofia delle fiere de “La Pulce”, infatti, è quella di unire al risparmio la cultura del riutilizzo, oggi di fondamentale importanza per arginare lo spreco incessante di risorse e tutelare l’ambiente.

Per tutte le informazioni: www.pulcedacqua.it