Tartufo bianco su foliage autunnale
(Shutterstock.com)

Street & finger food, trekking, mercato contadino e laboratori creativi fra gli eventi in calendario per i week end del 23-24, 30-31 ottobre e 1 novembre

Anche in questa edizione, il cuore della festa rimane la centralissima Piazza dei Martiri della Liberazione dove si può gustare e assaggiare il tartufo, preparato in tanti modi diversi dai ristoratori locali, degustare birre artigianali e trovare i banchi dei castanicoltori del territorio con assaggi di castagne e caldarroste.

Per degustare il tartufo c’è anche lo stand-ristorante dell’Associazione Tartufai al Parco Marconi, con un menu tematico e una proposta alternativa per chi preferisce mangiare in maniera tradizionale. Per chi non è amante del tartufo c’è la Piazzetta dei Sapori gustosi (nella Piazzetta del Teatro) dove trovare aperitivi e proposte gastronomiche alternative (pizze e prodotti da forno, polpette, piatti vegetariani e vegani) o le numerose proposte di street & finger food delle associazioni locali (crescentine, tigelle, borlenghi, polenta, arrosticini, frittelle di castagne…).  

I mercati

A creare un piacevole clima di festa contribuiscono poi le tante bancarelle sparse per le vie del centro e cariche di tartufo e degli altri prodotti tipici dei Colli Bolognesi: funghi, formaggi, salumi, vino, miele, marmellate, dolci montanari, farine, aceto balsamico ecc. Ci sono poi i banchi con golose specialità provenienti dalle Regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana, Marche, Umbria, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna quelle presenti alla Tartufesta 2021), il mercato contadino con i banchi dei produttori agricoli, il mercato dell’artigianato artistico e del riuso (con prodotti dell’ingegno, bigiotteria e oggetti da collezione), le bancarelle del mercato tradizionale e gli stand delle associazioni locali.

In tutto circa 150 spazi espositivi che si affiancano a negozi e attività commerciali, rendendo per 5 giorni Sasso Marconi una sorta di outlet dove passeggiare, farsi incuriosire dalla ricca offerta di prodotti e lasciarsi trasportare da suoni, aromi, colori e sapori… e in più la possibilità di usufruire dei servizi classici che offre una città: ristoranti, cinema, teatro, biblioteca, sale pubbliche, parchi.

Tartubimbi

Durante la festa, i bambini troveranno uno spazio dedicato nel Giardino Grimaldi con laboratori creativi (pittura, stampa ecc.), letture animate e i burattini di Riccardo Pazzaglia, ma ci sono anche il truccabimbi, il burattinificio di Mangiafuoco, il luna park dei F.lli Pollice, i racconti d’autunno proposti dalla Biblioteca comunale e una sfilata di costumi di Halloween con gara di torte a cura della libreria “Il Giardino segreto” in collaborazione con l’Asilo Grimaldi.

Gli eventi collaterali

Come di consueto, nei giorni di Tartufesta la città apre le porte dei luoghi più interessanti (come il borgo di Colle Ameno e l’Oasi naturale S. Gherardo) con visite guidate, trekking e altri eventi, tra cui la rassegna di escursionismo musicale “A passo di musica”, che fa tappa a Colle Ameno con una visita guidata e un concerto di cornamusa. Tartufesta è inoltre l’occasione per ospitare mostre d’arte (la mostra “Dire, fare, creare: l’arte inclusiva di “Marakanda”), la cerimonia di consegna del Premio di Poesia Renato Giorgi e appuntamenti culturali e sportivi come il Caffè poliglotta dell’associazione per il Gemellaggio G. Marconi e la pedalata tra i sentieri della riserva naturale di Monte Mario (a cura di Thok Club Bologna).

Infotartufesta e Tartubyte

In Piazza dei Martiri, accanto al Punto Informazioni di Tartufesta (cui rivolgersi per tutte le info che riguardano la festa e per gli eventi su prenotazione), sarà presente anche uno stand – TartuByte – presidiato da personale del Comune di Sasso Marconi e dai ragazzi del Servizio Civile Nazionale, per fornire ai cittadini informazioni e assistenza rispetto ai processi di informatizzazione e transizione digitale della Pubblica Amministrazione (uso dei servizi online, Identità Digitale SPID ecc.). 

Tartufesta per l’ambiente

Da sottolineare, infine, come la costante crescita di Tartufesta si accompagni ad una forte attenzione all’ambiente. Da quest’anno la manifestazione è plastic free: gli organizzatori hanno disposto l’obbligo, per ristoratori ed espositori, di evitare l’utilizzo di plastica usa e getta e osservare le disposizioni in materia di raccolta differenziata dei rifiuti, che a Sasso Marconi si attesta sul 70% ormai da una quindicina d’anni e riguarda anche manifestazioni complesse come la Tartufesta.

Per maggiori informazioni e per il programma dettagliato di Tartufesta consultare il sito internet del Comune di Sasso Marconi, al link https://bit.ly/3lYTQ4A, o la pagina Facebook Tartufesta-Sasso Marconi, costantemente aggiornata con tutte le novità.