Befana Bologna conferenza presentazione
(Ufficio Stampa Teatro Duse Bologna)

Si svolgerà dal 4 al 6 gennaio la 24^ edizione della Befana con tante iniziative a spasso per la città

Torna in presenza la Befana di solidarietà per la Casa dei Risvegli ‘Luca De Nigris’, ormai un’istituzione per la città di Bologna. L’iniziativa, che giunge alla sua 24° edizione, nasce nel 1999. Luca era appena scomparso nella notte tra il 7 e l’8 gennaio dell’anno prima, dopo l’Epifania, e subito era cominciata una lunga gara di solidarietà che, in suo nome, avrebbe portato alla nascita dell’innovativo centro di riabilitazione e ricerca dell’Azienda Usl di Bologna.

L’associazione ‘Gli amici di Luca’ cominciò a promuovere una manifestazione che sarebbe diventata un punto di riferimento ludico, culturale, solidale per Bologna, e avrebbe contribuito a rendere concreta l’idea della Casa dei Risvegli ‘Luca De Nigris’, un progetto che l’associazione ha contribuito a sviluppare, sostenuto dal Comune di Bologna, dalla Regione Emilia-Romagna, molte istituzioni pubbliche e soggetti privati.

Oggi si festeggiano ventiquattro anni di questa iniziativa che ha visto, negli ultimi anni, l’attrice Paola Mandrioli prendere saldamente l’eredità dell’attrice Carla Astolfi e continuare ad interpretare una Befana generosa e affettuosa che, ancora una volta, sarà per le strade della città: sotto le due Torri con l’ArtigianArte della CNA, all’Ospedale Maggiore, nella Casa dei Risvegli ‘Luca De Nigris’ e al Teatro Duse, rendendo viva una tradizione che affascina ancora grandi e bambini.

Un’iniziativa resa possibile, ogni anno, grazie alla collaborazione delle istituzioni, degli operatori, dei nostri sostenitori, dei media e del pubblico che ci segue sempre con grande attenzione e partecipazione.

Ci guardiamo indietro, ma sempre per costruire il futuro – dicono Maria Vaccari e Fulvio De Nigris genitori di Luca, rispettivamente presidente dell’associazione Gli amici di Luca e direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma – e quest’anno raggiungiamo i ventiquattro anni di questa manifestazione. Un’iniziativa forte che si è consolidata nel tempo, che vive non solo nei nostri ricordi ed in quelli di nostro figlio scomparso pochi giorni dopo l’Epifania, ma nell’idea della Casa dei Risvegli ‘Luca De Nigris’ che è diventata realtà, centro di assistenza e ricerca, preziosa risorsa del sistema sanitario nazionale ed esperienza importante nel panorama europeo. Con l’Azienda Usl di Bologna si è creato nel corso degli anni un eccellente sodalizio che ci vede impegnati sul versante sociosanitario, dialogando con il mondo clinico e portando risorse utili al modello della presa in carico della persona e della sua famiglia. La Befana è una di queste risorse, che ha permesso di costruire un’allegra solidarietà attorno al nostro progetto e alle molteplici attività che si realizzano. In questa ventiquattresima edizione con la nostra Befana, interpretata da Paola Mandrioli, ricordiamo, oltre alla storica attrice Carla Astolfi a cui la manifestazione è dedicata, Maurizio Ceveni. Lo faremo riutilizzando il Trishow, lo stesso sul quale nel 2010 sedeva la mitica e storica Carla Astolfi, mentre a trainare il mezzo a pedali non era come quest’anno un Elfo della Befana, ma proprio Maurizio Cevenini a cui questa rievocazione storica è dedicata per ricordare l’amato personaggio politico bolognese, grande amico di Luca, generoso e solidale con molte associazioni che sosteneva con le sue iniziative. È una Befana che non viene meno alla sua mission di solidarietà, al recupero dei valori della città, di relazioni vere e dirette, di un modo slow di pensiero e di veloce azione; con l’obiettivo primario di raccogliere fondi per continuare quel percorso di affiancamento alle famiglie, di assistenza e ricerca che si esprime nella Casa dei Risvegli ‘Luca De Nigris’ e nell’affrontare il rientro al domicilio delle persone con esiti di coma e le loro famiglie nel nuovo percorso di vita”.

“Il Teatro Duse è orgoglioso di essere, per l’ottavo anno, partner di questa iniziativa, al fianco dell’associazione ‘Gli Amici di Luca’ e Fantateatro, due eccellenze simbolo della vocazione solidale e artistica di Bologna” commenta il presidente del Cda del Teatro Duse Walter Mramor, sottolineando che “aprire il nuovo anno con una platea piena di bambini e ragazzi sarà il modo migliore per guardare al futuro con quella fiducia di cui tutti abbiamo bisogno”. 

“Anche quest’anno, dopo tredici anni di gioiosa collaborazione – afferma la regista della Compagnia Fantateatro Alessandra Bertuzzila nostra compagnia è vicina all’associazione ‘Gli amici di Luca’ e continua il suo tradizionale appuntamento dell’Epifania con lo spettacolo ‘Gli elfi di Babbo Natale’ il 6 gennaio, sul palco del bellissimo Teatro Duse. Uno spettacolo finalmente di nuovo dal vivo, dopo la pausa dello scorso anno, quando comunque la solidarietà non si è fermata, grazie all’intuizione di trasmettere in streaming uno spettacolo ripreso in diretta sul palco del Duse”.