Mela per la vita
(©Ufficio Stampa Apo Conerpo)

Davide Vernocchi, presidente Apo Conerpo: “Da vent’anni il nostro sostegno alla ricerca scientifica: orgogliosi di contribuire alla lotta contro questa terribile patologia”

Sabato 1 ottobre, domenica 2 e martedì 4 in migliaia di piazze d’Italia torna “Una mela per la vita” l’iniziativa di AISM – Associazione italiana sclerosi multipla a sostegno della ricerca scientifica e per il potenziamento dei servizi destinati alle persone con SM e patologie correlate. Per dare il proprio contributo i cittadini potranno fare una donazione e ricevere uno dei 300.000 sacchetti di gustose mele che, per il ventesimo anno, sono state fornite ad AISM da Apo Conerpo, principale organizzazione ortofrutticola europea, attraverso le proprie cooperative socie Agrintesa di Faenza e Patfrut di Ferrara.

“Siamo onorati e orgogliosi di dare il nostro contributo alla ricerca contro questa terribile malattia che colpisce soprattutto i giovani fra i 20 e i 40 anni – commenta Davide Vernocchi, presidente di Apo Conerpo –: da vent’anni affianchiamo l’AISM in una manifestazione che riteniamo fondamentale sia sul fronte della raccolta fondi che su quello dell’informazione su una patologia di cui troppo spesso non si parla a sufficienza”.

Nelle scorse settimane gli stabilimenti di Bagnacavallo (RA) della cooperativa Agrintesa e di Monestirolo (FE) della cooperativa Patfrut (entrambe socie di Apo Conerpo) hanno lavorato alacremente per gestire tutto il prodotto destinato all’iniziativa: “Sono stati confezionati circa 300.000 sacchetti da 1,8 kg di mele Granny Smith, Golden e Nored che i volontari di AISM distribuiranno nelle piazze di tutto il Paese – prosegue Vernocchi – Per le nostre cooperative questa iniziativa rappresenta un impegno importante dal punto di vista organizzativo e richiede molte energie con ritorno economico simbolico. Ma l’adesione, da vent’anni a questa parte, è entusiastica: nel tempo abbiamo imparato a conoscere meglio le problematiche di chi affronta la Sclerosi Multipla, le sfide quotidiane ma anche il coraggio e le dignità di fronte alla malattia e per questo siamo felici di dare un contributo importante”.

L’impegno sociale di Apo Conerpo e delle cooperative socie non è certo una novità: “Oltre al sostegno ad AISM – prosegue Vernocchi – ogni anno destiniamo parte della nostra produzione a canali di sostegno alla fascia debole della popolazione e lottiamo contro lo spreco alimentare a tutti i livelli: basti pensare che l’ammontare complessivo dei ritiri da mercato di Apo Conerpo, ogni anno, è pari mediamente a 4.000 tonnellate di ortofrutta che vengono destinate alla beneficenza”.

Appuntamento, quindi, sabato 1 ottobre, domenica 2 e martedì 4 nelle piazze di tutta Italia con le “Mele per la vita” di AISM e Apo Conerpo: forse una mela al giorno non basterà a “togliere il medico di torno” ma, senza dubbio, aiuterà la ricerca a dare nuova speranza alle tante persone affette sclerosi multipla.