Baccanale Autodromo 2021
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Tanti appuntamenti da venerdì 11 a domenica 13 novembre in Autodromo

L’ultimo weekend del Baccanale è un’occasione perfetta per approfondire ancora le due anime che fanno vivere, da anni, il Baccanale: da un lato prosegue la valorizzazione dei prodotti del territorio, attraverso i mercati, i Palchi del gusto, il Banco d’assaggio e Olimola e, dall’altro continuano gli incontri, i laboratori, gli spettacoli che compongono il vasto programma culturale proposto per questa edizione.

Davenerdì 11 a domenica 13 novembre, Imola torna ad ospitare un’eccellenza del territorio, il XXVIII Banco di Assaggio dei Vini e dei Prodotti Agroalimentari dell’Imolese abbinato per la prima volta alla XII edizione di Olimola, nella cornice dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari”.“Quest’anno il Banco d’assaggio assume ancora più importanza perché raddoppia. Infatti abbiamo inserito anche la filiera dell’olio in questo evento diventato ormai un appuntamento molto atteso dal nostro territorio e non solo.

Tre serate l’11,12,13 novembre che abbiamo deciso di confermare come l’anno scorso alle sale del Museo dell’Autodromo, inserendo per la prima volta Olimola, all’insegna del buon vivere e del bere di qualità che confidiamo abbiano ancora più successo” fa sapere l’assessore all’Agricoltura e Sviluppo economico, Pierangelo Raffini, che spiega “l’ottimo lavoro svolto dal Frantoio Imolese e dai diversi produttori del territorio ci hanno portato a decidere di inserirli nella manifestazione. Esperti nazionali guideranno i partecipanti in diversi percorsi sensoriali d’assaggio dell’olio extravergine di oliva. La filiera del vino vede 18 produttori partecipanti alla manifestazione e grazie alla collaborazione con il Consorzio Vini di Romagna tra le diverse esperienze proposte sarà protagonista, insieme al Sangiovese, l’Albana, un vino che negli ultimi anni riceve riconoscimenti anche a livello nazionale ed è sempre più proposto e apprezzato”. 

Il Banco d’assaggio è l’occasione per degustare le oltre centodieci etichette frutto del lavoro e della ricerca dei produttori locali, nella nuova location dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari (Museo Checco Costa), con i seguenti orari: venerdì 11novembre ore 18-23; sabato 12 novembre ore 18-23 e domenica 13 novembre ore 16-22.

L’evento è organizzato incollaborazione con Associazione Voluptates, A.I.S Romagna, Strada dei Vini e Sapori dei Colli d’Imola, Consorzio Vini di Romagna – Comitato DOC Colli d’Imola, Istituto alberghiero B. Scappi di Castel San Pietro Terme.

Le cantine presenti saranno 18: Cantina Branchini – Dozza; Assirelli “Cantina da Vittorio” – Dozza; Cà Bruciata – Imola; Cantina dei Colli Romagnoli – Imola; Cavim, Cantina Viticoltori Imolesi – Imola; Casa Vinicola Poletti – Imola; Fattoria Monticino Rosso – Imola; Fondo Ca’ Vecja – Imola; Franchini – Imola; Terre di Macerato – Casalfiumanese; Merlotta – Imola; Palazzona di Maggio – Ozzano dell’Emilia; Premiata Cantina Poderi delle Rocche – Imola; Le Siepi di San Giovanni – Fontanelice; Tramosasso soc. Agr. Foschi – Borgo Tossignano; Tenuta Franzona – Imola; Tre Monti – Imola; Vini Giovannini – Imola.

Unitamente alla degustazione dei vini, c’è la possibilità di fare un “Un pit-stop di bontà”, con gastronomia a pagamento a cura di CLAI- Cooperativa Lavoratori Agricoli Imolesi, Istituto alberghiero B. Scappi di Castel San Pietro Terme, Società Agricola Caboi Claudia e figli, Società Agricola Ca’ Monti e Società Agricola Bordona, con le specialità di pane artigianale realizzate con le farine di Molino Spadoni, main sponsor della manifestazione.

Inoltre, nelle tre giornate, vi saranno iniziative di approfondimento, a partire dal banco di degustazione delle Albane finaliste della selezione enologica Albana Dèi 2022 – 9° edizione, nel quale sarà possibile effettuare gli assaggi gratuiti delle 7 finaliste indicando infine in un tagliando apposito le proprie tre preferite in ordine di gradimento. Il voto espresso concorrerà a definire – unitamente agli altri riscontri raccolti nei vari borghi romagnoli – le Albane vincitrici del premio “L’indigeno del cuore – premio Valter Dal Pane 2022”.

Sabato 12 novembre, alle ore 20 e ore 21, sono previste le degustazioniguidate di Romagna Albana secco: il bianco che non t’aspetti. Breve racconto con degustazione del vitigno e del vino più identitario della Romagna e dell’imolese. Incontro conoscitivo della tipologia attraverso 3 etichette che ci guideranno a riconoscerne la grande personalità e complessità.

Domenica 13 novembre, alle ore 19 e ore 20, in programmadegustazioni guidate di Romagna Sangiovese “Rocche di Romagna”: il territorio nel calice. Breve racconto con degustazione del progetto e marchio collettivo europeo dedicato ai Sangiovese delle sottozone, vero driver alla conoscenza dei vini a maggior contenuto territoriale della Romagna. Incontro conoscitivo della tipologia attraverso 3 etichette che ci guideranno e appassioneranno alla scoperta del carattere peculiare dei vari territori.

Per accompagnare la degustazione, tre animazioni musicali: venerdì 11 novembre, alle ore 20.30 suoneranno I Balconi, sabato 12 novembre alle ore 20 un quartetto, i Naïf, composto da cajon e voce, violino e basso con musica che spazia da brani pop, folk tradizionali e irlandesi cantati e strumentali e colonne sonore; infine, domenica 13 dalle ore 19 Diego Veronese e Andrea De Marco, un duo chitarre e voci cantautoriale che spazia da brani di Lucio Dalla, De Andrè, Vecchioni, Gianmaria Testa e brani originali.

Ingresso a pagamento € 15, comprensivo di: 5 degustazioni tra le 115 proposte e 1 degustazione alimentare presso il banco dell’Istituto Alberghiero P. Artusi di Riolo Terme, calice e sacca. La biglietteria è attiva fino a 30 minuti prima della chiusura; è prevista la chiusura anticipata in caso di affluenza superiore alla capienza dei locali