Traguardi tv
(©Ufficio Stampa Regione Emilia Romagna)

Da oggi, 11 novembre, la quarta puntata di “Traguardi! Sport e territorio in Emilia Romagna”

Aviatori, schermidori, cavalieri e momenti importanti dello sport italiano. Quella che dal 1928 al 1943 fu una rivista chiave per la propaganda fascista, diventa un’eredità storiografica a disposizione di tutti, per continuare a riflettere sul valore della Memoria, anche attraverso lo sport.

E parte proprio da qui, dalla digitalizzazione della rivista ‘Lo sport fascista voluta dall’Istituto storico Parri di Bologna Metropolitana, la quarta puntata di Traguardi! – Sport e territorio in Emilia-Romagna’, in onda oggi, venerdì 11 novembre, alle ore 13.30 su Lepida TV nel palinsesto live (www.lepida.tv) e su Smart Tv al canale 80 del digitale terrestre premendo il tasto blu del telecomando.

Si tratta di una iniziativa che si inserisce nell’ambito del centenario della Marcia su Roma e che, grazie alla raccolta di crowdfunding ideata e lanciata dall’Istituto, renderà consultabile, on line e gratuitamente, il materiale d’archivio. A raccontare il progetto dagli studi di Traguardi! è la direttrice dell’Istituto storico Parri di Bologna Metropolitana, Elena Mignani.

Storia dello sport ma anche tecnologia al servizio dei campioni

A seguire, infatti, le telecamere di Traguardi! si spostano a Budrio (Bo) per conoscere una realtà che da oltre cinquant’anni è leader mondiale nel campo delle protesi e al fianco di grandi nomi dello sport.

Perché dietro i successi di campionesse paralimpiche del calibro di Ambra Sabatini e Martina Caironi c’è anche il lavoro di un team di artigiani competente e appassionato.

Dopo la prima messa in onda, la puntata di Traguardi! continua ad essere disponibile tra le ‘Serie’ della piattaforma on demand LepidaTV: https://www.lepida.tv/elenco-video-serie?format=25144