Logo Politicamente Scorretto
(©Ufficio Stampa Culturalia)

Ultimo appuntamento domenica 20 novembre per la rassegna curata da Carlo Lucarelli

Si conclude il festival Politicamente Scorretto domenica 20 novembre 2022. Anche per l’ultima giornata saranno affrontati i temi di giustizia, solidarietà e legalità attraverso un panel dedicato alla legge Rognoni-La Torre e un appuntamento sul cinema d’inchiesta. Giunto alla XVII edizione, Politicamente Scorretto, la rassegna ideata dal servizio Casalecchio delle Culture in collaborazione con Carlo Lucarelli, è molto più che un festival: è l’evento che da anni riunisce intellettuali, giornalisti, scrittori, performer, artisti, attivisti, personaggi di rilievo nazionale, istituzioni e cittadini in un unico luogo per testimoniare un impegno concreto, e quotidiano, al contrasto delle mafie e dell’illegalità attraverso i diversi linguaggi della cultura.

Inizia alle ore 10.00 alla Casa della Conoscenza il panel organizzato da Avviso Pubblico dal titolo “Quarant’anni della legge Rognoni-La Torre”. La legge nota come Rognoni-La Torre nel 1982 introdusse per la prima volta nel codice penale la previsione del reato di “associazione di tipo mafioso” (art. 416 bis). Quali sono stati i cambiamenti normativi introdotti? Perché a quarant’anni dalla sua approvazione il contenuto della norma è ancora attuale? A parlarne sul palco di Politicamente Scorretto 2022 Gaetano Paci, Procuratore della Repubblica di Reggio Emilia, in collegamento con Tatiana Giannone (referente nazionale di Libera per i beni confiscati), Antonio Napoli (Cooperativa Sociale Valle di Marro – Libera Terra) e Pierpaolo Romani (Coordinatore nazionale Avviso Pubblico). Modera il giornalista Giuseppe Baldessarro.

Il pomeriggio a partire dalle 15.00 sempre presso la Casa della Conoscenza, sarà dedicato al cinema d’inchiesta con l’evento “Indagini visive. Cinema d’inchiesta e ricerca della verità” in cui registi, sceneggiatori, produttori si confronteranno sul loro lavoro di ricerca sui più oscuri misteri della storia repubblicana italiana. Si parte con la proiezione del nuovo documentario di Paolo Fiore AngeliniPasolini, cronologia di un delitto politico” presentato alla XVII^ edizione del Festival del Cinema di Roma. Il film d’inchiesta consiste in un “itinerario istruttorio” dal 1960 al 1975, nella vicenda di Pasolini vivo, alla ricerca della verità politica del suo omicidio. Attraverso testimonianze e materiale d’archivio visivo, nel documentario viene ricostruita la vera vicenda dell’assassinio di Pier Paolo Pasolini.

A dialogare con Carlo Lucarelli il regista Angelini e il produttore Andrea Gambetta ai quali si affiancheranno: Maurizio Braucci, lo sceneggiatore si collegherà per raccontare il cinema dell’impegno civile, “Gomorra” di Matteo Garrone, “Pasolini” di Abel Ferrara e “Paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi. Abel Ferrara, regista del film “PasolinI”, interverrà con un video pre-registrato appositamente per Politicamente Scorretto. Inoltre saranno presenti Fabio Abagnato, Responsabile Emilia-Romagna Film Commission e Laura Traversi, co-direttrice delTerraviva Film Festival, festival cinematografico e di cultura, in programma a Casalecchio di Reno dal 22 al 27 novembre 2022 che, attraverso proiezioni, un concorso cinematografico, talk e masterclass, mira a sviluppare una cultura dell’unione e una conoscenza e comprensione dell’altro e delle diverse identità. Per concludere tra gli ospiti avremo Stefano Ferrari che parlerà del docufilm Per sempre giovani (2021) sulla strage del Salvemini, avvenuta il 6 dicembre 1990, quando un aereo militare in avaria abbandonato dal pilota precipitò sull’allora succursale dell’Istituto Tecnico Commerciale Gaetano Salvemini a Casalecchio di Reno, provocando la morte di undici studentesse e uno studente della classe 2^A e oltre ottanta feriti.