Angelo Calvisi
Angelo Calvisi

Appuntamento venerdì 24 marzo alle 18.30 alla libreria La Confraternita dell’Uva in via Belmeloro

Venerdì 24 marzo, alle 18.30, la libreria La Confraternita dell’Uva di Bologna, in via Belmeloro, ospiterà la presentazione di Mattoncini (pièdimosca edizioni), il nuovo libro di Angelo Calvisi. “Tra principi in videogame e in carne e ossa, un utilizzo decisamente innovativo di un certo famosissimo poeta italiano, scarti sorprendenti e cose che non sono quel che sembrano – si legge nella prefazione del volume firmata da Gianluca Morozzi, che venerdì dialogherà con l’autore in libreria la scrittura di Calvisi fa ridere. Vivaddio, è sempre bello trovare chi sa far ridere con la scrittura”.

“Mattoncini”, una trilogia di romanzi brevi

Mattoncini è una trilogia di romanzi brevi “scritti in una lingua un po’ strana. È la lingua dei matti – spiega Calvisi – o almeno quella che per me è la lingua dei matti, ed è fatta di inceppamenti, ripetizioni, ingarbugliamenti. Per ragioni diverse, professionali e non, mi sono spesso trovato a interagire con persone che soffrono di disagi psichici, e se da un lato sono stato toccato da tutto il carico della loro sofferenza, dall’altro mi ha affascinato l’interpretazione laterale della realtà che tali persone mi hanno proposto”.

Con l’utilizzo di una prima persona schietta, ingenua e trascinante Calvisi segue le vicende di un gamer cronico, un uomo tormentato sin dall’adolescenza da Dante Alighieri e un geometra investigatore; tratteggia i contorni di identità che la società sembra non vedere e ci costringe a porci la domanda che tormenta Giacomo Mortola: Perché vale la pena vivere? Per l’amore della figlia del Sultano, per il lavoro (certo, a ricordarsi almeno che lavoro si fa)? Per lasciare un segno, un segno qualsiasi, mattoncino su mattoncino.

Angelo Calvisi: saggi, biografie, graphic novel e, soprattutto, molta narrativa

Nato nel 1967 a Genova, prima di insegnare materie umanistiche in un liceo della sua città Calvisi ha svolto mestieri disparati: il giornalista sportivo, l’attore, il compilatore di guide turistiche, il geometra presso l’Ente Provinciale di Genova, il responsabile di un enorme negozio di dischi, il cooperatore sociale. Dal 2015 al 2017 ha vissuto a Bonn, dove ha insegnato Italiano. Ha pubblicato saggi, biografie, graphic novel e, soprattutto, molta narrativa. Nel 2018 è uscito al cinema il film Lazzaro, che lo ha visto impegnato come attore e che ha sceneggiato assieme al regista Paolo Pisoni. Tra i suoi romanzi Fanno dei giri immensi e poi ritornano (Les Flâneurs) e Genesi 3.0 (Neo.), pubblicati nel 2019. Con pièdimosca edizioni ha pubblicato nel 2020 il romanzo Gli altri fanno volume.