Marconi Days 2023
(©Ufficio Stampa Comune Sasso Marconi)

Sabato 6 Maggio alle ore 17 l’appuntamento chiave dell’edizione 2023

Tornano dal 5 al 14 maggio i Marconi Days, rassegna dedicata alla comunicazione con cui dal 2004 la Città di Sasso Marconi, in collaborazione con partner istituzionali e sponsor privati, celebra la memoria del suo più illustre concittadino, Guglielmo Marconi. 

Appuntamenti istituzionali, spettacoli, convegni e incontri con i protagonisti della comunicazione caratterizzano ogni anno la rassegna, che intende offrire a cittadini e addetti ai lavori spunti critici utili a comprendere meglio i meccanismi che regolano il sistema mediatico e ad evidenziare il ruolo strategico della comunicazione per la crescita e lo sviluppo democratico dei territori.

Dopo gli appuntamenti marconiani del 24-25 aprile, con la consegna delle chiavi della città di Sasso Marconi alla Principessa Elettra Marconi e la Giornata celebrativa organizzata a Villa Griffone in occasione del compleanno di Marconi, la rassegna si apre ufficialmente il 5 maggio con la II edizione del convegno ‘Sasso Marconi Città della Comunicazione’ (ore 18 – Borgo di Colle Ameno, Salone delle Decorazioni – ingresso libero).

Partendo dalla proiezione di “Ipossia montana”, video inchiesta finalista al Premio Morrione 2022, e dedicata a un tema delicato come le infiltrazioni mafiose sull’Appennino bolognese, il convegno sarà l’occasione per analizzare, con amministratori e addetti ai lavori, il ruolo strategico della comunicazione e la parte che giocano gli Enti locali nella prevenzione di questo delicato fenomeno. Partecipano Igor Taruffi (Assessore alla Montagna Regione Emilia-Romagna), Maurizio Fabbri (Presidente Unione dei Comuni Appennino bolognese), Mirto Bassoli (Segretario CGIL Emilia-Romagna),Giovanni Tizian, giornalista e scrittore, autore di inchieste su mafia e ‘ndrangheta, e gli autori della video inchiesta “Ipossia montana”: Cecilia Fasciani, Andrea Giagnorio e Sofia Nardacchione. L’evento è realizzato in collaborazione con il Premio Morrione per il giornalismo investigativo e il patrocinio di ‘Avviso Pubblico’. 

I Marconi Days proseguono invitando a riflettere e ragionare sulla ‘responsabilità della comunicazione’. Un tema dalle tante sfaccettature che l’edizione 2023 porta in primo piano ponendo l’accento sui risvolti etici e sociali della comunicazione. Cosa significa comunicare in modo responsabile oggi, in un contesto mediatico dove la presenza dei social media, le fake news, la disinformazione e la manipolazione dell’opinione pubblica, rendono sempre più complesso orientarsi nel sistema dell’informazione? Quali effetti produce la comunicazione? Ne siamo sempre consapevoli? 

A queste e altre domande cercheranno di dare risposta gli ospiti dell’evento chiave dell’edizione 2023, il talk “Generazione Marconi”. Sabato 6 maggio (h 17) sul palco del Teatro comunale, Cecilia Strada, figlia del fondatore di Emergency Gino Strada, il direttore di RAI Radio Uno Andrea Vianello, professionisti che operano nel mondo della radio, della TV e della carta stampata come Luca Bottura, Federico Taddia, Matteo Bussola e l’influencer Serena Mazzini si confronteranno su questi temi, portando la loro testimonianza e ricevendo il Premio “Città di Sasso Marconi” per il loro lavoro. Modera il dibattito il massmediologo Roberto Grandi, presenta la giornalista Martina Mari.

Diretta radio dell’evento a cura di Radio Frequenza Appennino.

Precede “Generazione Marconi” un incontro rivolto alle famiglie e dedicato al rapporto tra social e adolescenti. Con Federico Taddia e Serena Mazzini parleremo nello specifico di responsabilità verso i minori, mettendo in luce i rischi legati a un uso distorto delle nuove piattaforme digitali. Appuntamento sabato 6 maggio alle 10.30 presso la Sala Consiliare del Municipio.

I Marconi Days 2023 aprono anche una finestra sulla scuola. Agli studenti sono dedicati gli incontri con Vincenzo Schettini ed Enrico Galiano, i “prof influencer” più famosi del web e amati dai ragazzi, protagonisti di due lezioni/spettacolo per ridere e riflettere sulla scuola. Lo spettacolo di Vincenzo Schettini, “La fisica che ci piace”, è in programma mercoledì 10 (Teatro comunale ore 9.30), apre la mattinata un intervento dei ragazzi di Radioimmaginaria – la prima web radio realizzata dagli adolescenti -, che presenteranno il podcast “Guglielmo e la ragazza delle onde”, un fantasy ispirato alla vita di Marconi (sarà presente anche il Circolo Filatelico G. Marconi con un annullo filatelico dedicato all’anniversario del transistor); Enrico Galiano sarà invece a Sasso Marconi sabato 13 maggio alle 17 con il  suo “Prof, posso andare in bagno?”: lo spettacolo è gratuito e aperto a tutti, prenotazioni allo 051 6758409.

Alle scuole (ma non solo) è rivolta anche la mostra “Archeoplastica”, che presenta un interessante progetto di comunicazione ambientale. Nella Sala comunale “Renato Giorgi” sono esposti una trentina tra vecchi flaconi, fustini, contenitori, coppette gelato e formine per budini degli anni ’60 e ’70. Tutti oggetti in plastica restituiti dal mare, che la guida naturalistica Enzo Suma ha raccolto e riunito in un Museo virtuale (www.archeoplastica.it) per sensibilizzare i cittadini sul tema dell’inquinamento da plastica e raccontare al tempo stesso le storie, a volte incredibili, che si celano dietro questi reperti, che ci riportano indietro nel tempo. La mostra è visitabile fino a sabato 13 maggio, orari: lunedì-venerdì 15.30-18.30, sabato 9.30-12.30 e 15.30-18.30 (ingresso gratuito).

Durante i Marconi Days, prenderà poi forma un importante progetto di street art dedicato alla comunicazione e a Marconi: un grande murale, opera dello street artist Giulio Rosk, già autore di numerosi interventi artistici in Italia e all’estero (in città come Milano, Parigi, New York, Città del Messico e Rio de Janeiro) che abbellirà la parete del Teatro comunale affacciata su via del Mercato.  Realizzato grazie al sostegno di un pool di aziende locali (Alfa Wassermann, Lpm group, Kiwitron, Bierrebi, Imball, Scatolificio Porrettana, Conad e Romolo Padroni), il murale verrà inaugurato sabato 13 maggio alle 12. 

Completano il programma un seminario di formazione dedicato ai meme (forma espressiva che ha trovato nei social un potente mezzo di diffusione), realizzato in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna (sono previsti crediti formativi per i giornalisti accreditati) e curato dalla “Bottega Studio” di Colle Ameno, e una serie di spettacoli ed eventi organizzati in collaborazione con le associazioni locali, tra cui la Marconi Night di Pro Loco Sasso Marconi, con cibo, musica e inaugurazione dell’installazione artistica di Claudiano.jpeg (artista poliedrico già autore di numerosi interventi di street artin miniatura nel centro storico di Bologna), e il concerto dei giovani musicisti dell’Onda Marconi, che domenica 14 maggio chiuderà la rassegna nella suggestiva cornice di Villa Griffone.

Tutti i dettagli sul programma sono disponibili sul sito internet www.marconidays.it