Presepio Wolfango
(©Ufficio Stampa Comune Medicina)

L’artista, scomparso nel 2017, ha realizzato statue e figure in terracotta di incredibile bellezza

La mostra arriva a Medicina dal 26 novembre al 7 gennaio e racchiude trenta statue tra le più importanti che compongono il famoso presepio dell’artista bolognese Wolfango Peretti Poggi.

Il presepio di Wolfango sarà inaugurato domenica 26 novembre alle ore 16 nella Chiesa di Santa Maria della Salute, in via Cavallotti 14, alla presenza del Sindaco di Medicina Matteo Montanari, del Presidente del Consiglio comunale con delega alla Cultura Enrico Caprara e di Mons. Stefano Ottani Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Bologna.

L’esposizione, curata dalla figlia dell’artista Alighiera Peretti Poggi, è organizzata dal Comune di Medicina in collaborazione con la Fondazione Donati Zucchi e patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Città Metropolitana di Bologna e dal Nuovo Circondario Imolese.

Sarà visitabile gratuitamente fino al 7 gennaio 2024 i venerdì dalle ore 15 alle 19; sabato e domenica ore 10-13 e 14-18. Aperture straordinarie: 8 dicembre 2023 e 6 gennaio 2024 ore 10-13 e 14-18; nei giorni 13, 25, 26 dicembre 2023 e 1 gennaio 2024 ore 15-19. Visite guidate condotte dalla curatrice l’8 e 22 dicembre 2023 e 6 gennaio 2024 ore 16.

Appassionato di presepi fin dall’infanzia Wolfango ha plasmato, a partire dal 1964 e nell’arco di mezzo secolo, statue e figure in terracotta che compongono uno dei più importanti e affascinanti presepi italiani. Un’opera di straordinaria bellezza e dalla profonda intensità espressiva, una perfetta armonia tra iconografia religiosa e laica.

Il Presepio di Wolfango è un racconto che attinge dal passato e dalla tradizione ma affonda le radici in un presente più vivo che mai.

«In occasione delle festività natalizie abbiamo pensato che il presepe di terracotta del famoso artista bolognese Wolfango potesse aiutarci a vivere le tradizioni della nostra terra e a riscoprire i veri valori di questo periodo dell’anno. L’artista creò questo presepe a partire dal 1964 così da ricostruire per i suoi figli il fascino dell’attesa del Natale. Con grande piacere accogliamo questa opera d’arte a Medicina, in un ambiente a sua volta suggestivo e di grande valore artistico come la Chiesa della Salute. Siamo convinti che il presepio di Wolfango verrà apprezzato da tutti coloro, medicinesi e non, che avranno l’occasione di visitarlo» – dichiara il Presidente del Consiglio con delega alla Cultura Prof. Enrico Caprara