Nerd Show Bologna 2024
(©Ufficio Stampa BolognaFiere)

La rassegna bolognese dedicata a fumetti, giochi, videogiochi e cultura pop è da record: 45mila visitatori

Nerd Show Bologna mette d’accordo tutti e supera ogni attesa: decine di migliaia di persone – adulti e bambini, appassionati e semplici curiosi – hanno affollato i padiglioni sin dalle prime ore dei due giorni d’apertura. Un weekend in cui fenomeni e contenuti collegati al mondo del fumetto e del gioco hanno trovato forma ed espressione in decine di aree a tema, moltissimi spettacoli e attività.

Gettonate come sempre le aree videogames con le console new gen, i pc da gaming e i cabinati degli anni Ottanta e Novanta. Ma anche i settori dedicati ai board games, ai mattoncini, alle ambientazioni del mondo sci-fi e all’arte dei cosplayer. Centinaia di ragazzi hanno deciso di visitare la fiera indossando i panni dei personaggi dei loro cartoni animati e serie tv preferiti, imitandone il vestiario e le movenze; i visitatori si sono trovati immersi in uno scenario colorato e inaspettato, in cui i mondi di fantasia più amati e iconici della cultura popolare si fondevano tra loro.

Gli show dal vivo hanno esplorato tutte le declinazioni dell’universo nerd, dalla nona arte – con i talk di Charlie Adlard, disegnatore di The Walking Dead, e i laboratori delle più importanti scuole di fumetto – alle sigle cartoon (protagonisti Giorgio Vanni e Cristina D’Avena, i due amati interpreti delle più celebri melodie degli ultimi quarant’anni). Ospiti straordinari la Gialappa’s BandAnna Mazzamauro e Tetsuro Shimaguchi, Artista Samurai autore delle coreografie di Kill Bill Vol. 1.

«La sesta edizione di Nerd Show conferma l’efficacia di un format che abbiamo affinato anno dopo anno, e consolida il ruolo di BolognaFiere come leader a livello nazionale per quanto riguarda le manifestazioni di questo settore», affermano gli organizzatori di BolognaFiere «La visitazione in costante crescita e l’incremento della superficie espositiva commerciale del 30% ci induce a guardare con fiducia all’edizione 2025, che sarà ancora più ricca di eventi e iniziative».