Museo della Bici Imola
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Un calendario ricco di eventi per scoprire la bellezza della bicicletta, rendendo omaggio al passaggio del Tour de France

Ritorna Imola Loves Bike, il progetto di promozione delle attività su due ruote che si svolgono a Imola e nel circondario.  Quest’anno, per rendere omaggio al passaggio del Tour de France, Imola colora di giallo il ricco calendario di iniziative dedicate al mondo bike. 

Tantissimi gli appuntamenti che si snodano da maggio a settembre, in un susseguirsi di competizioni e di passeggiate in famiglia, alla scoperta del territorio e della natura. 

Imola Loves Bike è un progetto che unisce, ancora una volta, l’assessorato alla Mobilità sostenibile, quello dell’Autodromo e turismo e l’Assessorato allo sport, nell’ottica di descrivere la città come un luogo sempre più proiettato al benessere e alla sostenibilità, una destinazione da scoprire e da vivere, per i turisti e per i cittadini. 

In vista dell’avvicinamento al Tour, il calendario parte con i corsi di avviamento alla bicicletta al Bike Park Parco dell’Osservanza aperti a bambine e bambine da 4 a 11 anni a cura dell’Associazione Giocathlon con il contributo della Città Metropolitana di Bologna, che si sono svolti tutti i sabati mattina di aprile e che proseguiranno nel mese di maggio.

Oltre all’avvicinamento al Tour, con i corsi al Bike Park Parco dell’Osservanza a cura dell’Associazione Giocathlon con il contributo della Città Metropolitana di Bologna, dal 2 maggio si è partiti con le iniziative.

Ad aprire ufficialmente la stagione è stata l’iniziativa Tutto in Bici, a cura dell’Associazione Giocathlon con Mosaico e Officina Immaginata, con il contributo del Comune di Imola e del Ceas Imolese, con un programma che dal 2 al 5 maggio ha offerto 2 bicircoli, ovvero pedalate con l’autore, un laboratorio di manutenzione della bicicletta a cura di Bi.ci a Cà Vaina, una biciclettata per le ciclabili cittadine fino al Bosco della Frattona e una serata con Andrea Satta per parlare di bici, musica e diritti insieme a Morena Tartagna, prima donna italiana a salire su un podio mondiale nel ciclismo femminile, nel 1968, a Imola.

L’iniziativa successiva si svolgerà il 12 maggio: si tratta di PedaliAmo la natura, pedalata sulla Ciclovia del Santerno nel tratto in Comune di Imola alla scoperta della Chiusa di Codrignano e del Vivaio Regionale Zirina, organizzata dal Ceas Imolese in collaborazione con il Comune di Imola.

Il 25 maggio arriva a Imola la tappa di “La risciò pedala l’uguaglianza”, tour da Rimini a Bologna a cura di Salvaciclisti Bologna e Period Think Tank per unire diseguaglianze di genere e mobilità sostenibile in una serie di iniziative di comunicazione e sensibilizzazione sull’equità di genere.

Il 25 e 26 maggio ci si trasferisce in Autodromo, dove sarà protagonista la solidarietà: si pedalerà infatti per Imola Charity Bike, con una 6 ore di ciclismo a squadre che aiuterà a raccogliere fondi per la ricerca contro la Fibrosi Cistica. A sfidarsi, tanti campioni di ciclismo, capitanati dal Presidente della Fondazione Fibrosi Cistica Matteo Marzotto.

Ancora beneficienza l’8 giugno, sempre in Autodromo ma anche sulle strade del Mondiale e del Tour con una nuova edizione del Suzuki bike day, con il ricavato interamente a favore di Dynamo Camp.  

In occasione della Fiera Agricola del Santerno, poi, è in programma l’Agripedalata, pedalata sulla Ciclovia del Santerno nel tratto su Comune di Imola alla scoperta delle aziende agricole del territorio con l’Associazione Gipiesse.

Per arrivare all’evento clou, ovvero il passaggio del Tour de France, il 30 giugno: l’arrivo della carovana è previsto a partire dalle ore 13, prima in Autodromo e poi in città per poi proseguire verso Bologna. Il Comune, insieme alle Associazioni sportive, sta organizzando una mattinata in Autodromo e in Piazza Senna all’insegna dell’attesa dello storico passaggio. A breve i dettagli della giornata. 

In Piazza Matteotti invece prenderà il via il 10 luglio, una delle Tappe del Giro d’Italia Femminile, con il villaggio e la presentazione delle squadre e la partenza verso Viale Dante e Autodromo, per poi proseguire in direzione Faenza.   

In luglio andrà in scena l’ormai storico GP Fabbi, mentre a settembre ritorna Graffiti Bike, un tour in bici per le ciclabili cittadine alla scoperta dei Graffiti e delle bellezze artistiche imolesi. Imola loves bike si concluderà il 22 settembre con le Domeniche Ciclabili, dall’Autodromo alla Ciclabile del Santerno, la tappa conclusiva di una rassegna su due ruote organizzata dalla Città metropolitana di Bologna, inserita nell’ambito di Imola Green, l’evento dedicato alla mobilità sostenibile e alla mobilità elettrica in Autodromo.