Fiera agricola santerno repertorio
(Ufficio Stampa Comune Imola)

Nel programma della manifestazione anche tanti incontri e gastronomia

La Fiera Agricola del Santerno si conferma come occasione importante di approfondimento di tematiche legate al mondo agricolo. Si inizia sabato 15 giugno, alle ore 9.30 con “Io coltivo! I segreti del passato per un orto del futuro”, seminario del Dott. Lucio Brioschi, a cura di La Serra Garden (in programma anche alle ore 15 e domenica 16 giugno alle ore 16). Alle ore 10, un incontro a cura dell’Associazione APS Campeggiatori dell’Imolese dal titolo “Agriturismi e Agricampeggi. Un valore aggiunto per l’azienda agricola”, opportunità offerte dall’accoglienza turistica nell’azienda agricola. Grande spazio anche al Consorzio dello Scalogno di Romagna IGP che organizzerà, alle ore 11, un seminario sui metodi di utilizzo e conservazione del bulbo fresco e uno Show cooking con la Agi-zdora Glenda Vignoli che preparerà la ricetta 45 dell’Artusi: Malfattini conditi con Scalogno di Romagna IGP.  

Nel pomeriggio, alle ore 16, un incontro dedicato alla zootecnia “Itinerario della biodiversità e della etnologia agro-zootecnica della Regione Emilia-Romagna e sua divulgazione. Il ruolo delle razze autoctone per la valorizzazione del territorio regionale”, ne discutono: il Prof. Daniele Bigi – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari – Università di Bologna; il Dr. Alessio Zanon – Medico Veterinario, Consulente DISTAL – esperto di Biodiversità zootecnica.

Due incontri per concludere la ricchissima giornata del sabato: alle ore 18, “Imola: la città dei 100 orti tra passato e futuro”, intervengonoPierangelo Raffini, assessore all’Agricoltura del Comune di Imola; Lucio Brioschi, agronomo; Adriano Barbieri, ortolano; Mauro Baroncini, presidente Associazione Orti Anziani Imola; Giuseppe Maggio, presidente Centro Sociale Orti Bel Poggio di Imola; Domenico Errani, agricoltore. Conduce Alessandra Giovannini, giornalista.

Alle ore 18.30, “L’agricoltura non è più quella di una volta! L’importanza della formazione. Come tecnologia e digitalizzazione stanno rivoluzionando le campagne, creano nuove competenze e professioni e incrementano la produttività del settore.”

Nella giornata di domenica 16 giugno spazio ad ulteriori occasioni di approfondimento per gli esperti del settore, ma non solo. Alle ore 9 un convegno a cura dell’Associazione Nazionale Allevatori delle Razze equine ed asinine italiane dal titolo “Diversità genetica della Razza Asino romagnolo”. Mentre alle ore 10.30 l’incontro Imola: la città dei 100 orti, tra passato e futuro.  Un secolo di orto: viaggio tra i ricordi. Orto domestico: un’eredità sociale ed economica”. Intervengono: Pierangelo Raffini, assessore all’Agricoltura del Comune di Imola; Lucio Brioschi, agronomo; Adriano Barbieri, ortolano; Mauro Baroncini, presidente Associazione Orti Anziani Imola; Giuseppe Maggio, presidente Centro Sociale Orti Bel Poggio di Imola; Domenico Errani, agricoltore. Conduce Alessandra Giovannini, giornalista.

L’enogastronomia scende in campo

Come sempre, in Fiera saranno presenti proposte gastronomiche per tutti i gusti. Gustosi piatti della tradizione saranno preparati dalle “Sagre storiche” del circondario imolese, ovvero: Gruppo Polentari di Tossignano, Antica Società Maccheroni di Borgo Tossignano, Associazione Sagra della Piè Fritta di Fontanelice, Associazione Festa del Garganello, Associazione ProLoco Belvedere, Associazione ProLoco di Mordano, a cui si aggiunge lo stand di Coop Clai.

L’Osteria dei Colli d’Imola, presente sui tre giorni con le cantine vinicole della Doc Colli d’Imola presenterà l’eccellenza delle produzioni vitivinicole del territorio. Inoltre vi sarà un’ampia scelta di birre artigianali prodotte dai birrifici del territorio. A completare il quadro saranno un bar e tre gelaterie.
Tra le grandi novità di questa XII edizione, uno villaggio dedicato alle proposte gastronomiche delle aziende agricole del territorio. Tra queste si segnala un menù interamente senza glutine, a cura di Agriturismo “La Taverna” di Fontanelice.

Programma

Il programma completo sarà consultabile sul sito Agenda Cultura (www.culturaimola.it) e sulla nuovissima App Fiera Agricola del Santerno scaricabile su tutti gli smartphone a cura di PineApp, azienda imolese specializzata nella creazione di siti web e applicazioni.

Sorgente Urbana

Visto l’apprezzamento riscontrato nella scorsa edizione ritorna in Fiera, grazie alla collaborazione con il Gruppo Hera, la Sorgente Urbana dalla quale verrà erogata, gratuitamente, acqua naturale e frizzante refrigerata evitando la circolazione di bottigliette d’acqua usa e getta. Il consiglio è quindi quello di portare da casa la borraccia o il bicchiere.

Servizio di navetta

È confermata anche quest’anno la navetta gratuita per e dalla fiera, in partenza dai parcheggi dell’Area Lungofiume e di via Tiro a Segno.