Imola fiera agricola inaugurazione 2024
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

In programma anche sabato 15 e domenica 16 giugno, nel parco del complesso Sante Zennaro – Ingresso gratuito

E’ stata inaugurata ieri pomeriggio la XII° edizione della Fiera Agricola del Santerno, appuntamento che rende protagonista, in città, il mondo dell’agricoltura e che si protrarrà anche oggi, sabato 15, e domani, domenica 16 giugno. Un momento ormai consolidato nel calendario cittadino di eventi che inaugurano la stagione estiva. La Fiera torna nella sua ormai tradizionale location, quella del complesso di Sante Zennaro (sito in via Pirandello, 12), spazio ideale per l’incontro tra mondo agricolo e il vastissimo pubblico interessato alla manifestazione. Un evento molto atteso da tutta la cittadinanza e dai numerosi visitatori che sono stati 50 mila in occasione della scorsa edizione.

La “Fiera Agricola del Santerno” è organizzata dal Comune di Imola in collaborazione con il Consorzio Utenti Canale dei Molini e il supporto delle Associazioni agricole Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Terra Viva. Fondamentale il contributo economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, Gruppo Hera e Clai, Impresa Coromano, Nuova GMA impresa Edile, PineApp, BCC Ravennate Forlivese e Imolese, CACI, Alleanza delle cooperative italiane, Astafrutta Altedo e CEER. La manifestazione fa parte di Bologna Estate 2024, il cartellone di attività promosso e ideato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna – Modena.

Inaugurazione e orari apertura

La manifestazione è stata ufficialmente inaugurata alla presenza del vice sindaco Fabrizio Castellari, dell’assessore allo Sviluppo Economico-Agricoltura Pierangelo Raffini, del presidente del Consorzio del Canale dei Mulini di Imola, Giordano Zambrini, del consigliere delegato all’Agricoltura della Città metropolitana, Franco Cima, dei rappresentanti delle associazioni agricole. A seguire, è stata impartita la benedizione da parte del Vescovo S.E. Giovanni Mosciatti. La fiera sarà aperta secondo il seguente calendario: sabato 15 giugno dalle ore 9 alle ore 23 e domenica 16 giugno dalle ore 9 alle ore 21. L’ingresso è gratuito.

Il mondo agricolo arriva in città per incontrare la gente: frutta e verdura a km 0

Su una superficie espositiva di 4.000 mq coperti e 60.000 mq scoperti, la manifestazione, rivolta principalmente al mondo agricolo, si pone come obiettivo quello di far conoscere ad un pubblico sempre più ampio i prodotti dell’agricoltura e i valori che caratterizzano la loro produzione.   

Come ogni anno, è prevista una vasta area dedicata all’esposizione, degustazione e vendita dei prodotti agricoli ed agroalimentari delle aziende produttrici, che saranno ben 56, con frutta, verdura, salumi, formaggi, miele, confetture e tanto altro; la mostra mercato del vivaismo, con 6 realtà; quella delle macchine e attrezzature per l’agricoltura, prodotti per il giardinaggio e la zootecnia, con 23 espositori.

Ad arricchire questa ampia lista di prodotti e produttori, si aggiunge l’area dedicata alle mostre zootecniche delle Razze Zootecniche autoctone dell’Emilia-Romagna, che riscuote sempre maggior interesse e suscita, di anno in anno, sempre più attesa. In programma quest’anno: la Rassegna interprovinciale Bovini Razza Romagnola, con la presenza di una cinquantina di capi, a cura di Bovinitaly; la XII° Rassegna interregionale della Razza Asino Romagnolo, che tra adulti e puledri vanta in catalogo ben 56 soggetti iscritti alle varie categorie; la vetrina della Razza Cavallo Agricolo Italiano Tiro Pesante rapido; la vetrina delle razze ovicaprine e spettacolari dimostrazioni di falconeria.

“Il parco del complesso Sante Zennaro spalanca nuovamente le porte alla Fiera Agricola del Santerno. L’agricoltura è un’eccellenza del territorio che sa tenere assieme con successo esperienza, tradizione e innovazione. Questa Fiera è da sempre un evento di grande livello, che ha raggiunto un rilievo regionale, un evento completo che oltre agli operatori del settore coinvolge tutte le generazioni e rende protagoniste le famiglie e i bambini – sottolinea il vice sindaco Fabrizio Castellari -. Una manifestazione che ogni anno si rinnova e mette in campo una ricchezza di eventi, incontri, spettacoli, laboratori didattici, attività ludiche davvero molto preziose, che affiancano la valorizzazione dei prodotti agricoli, della zootecnia e di produzioni sulle quali questo territorio vuole continuare a essere sempre più all’avanguardia. A tutti va il più sentito ringraziamento dell’Amministrazione Comunale e mio personale: al Consorzio Utenti Canale dei Molini, agli imprenditori agricoli, alle associazioni di categoria, a tutte le realtà che collaborano per la riuscita di questo evento, oltre che a tutti i servizi e dipendenti comunali che da molte settimane mettono in campo le proprie energie per la migliore riuscita dell’evento. Mai come quest’anno c’è bisogno di far sentire l’abbraccio del territorio agli agricoltori, dopo un 2023 davvero molto difficile per le conseguenze delle alluvioni, le ferite al territorio per le frane e tutti i problemi che ne sono scaturiti”.

“È partita la 12ª edizione della Fiera Agricola del Santerno, un evento molto atteso in città e nel territorio come dimostrano le oltre 50.000 presenze tutti gli anni – dichiara Pierangelo Raffini, Assessore allo Sviluppo Economico e Agricoltura -. La nostra agricoltura nonostante i grandi problemi che ha dovuto affrontare e che sta ancora affrontando a seguito dell’alluvione e delle frane in vallata, e altri eventi atmosferici negativi dello scorso anno, dimostra di essere viva e resiliente portando più di 100 operatori nella bella cornice del Sante Zennaro. È una festa dei cinque sensi e delle famiglie, in particolare dei bambini che attraverso i laboratori e il contatto diretto con la realtà di campagna possono vivere esperienze uniche in totale sicurezza. E’ un momento anche di scambio di idee e di cultura con numerosi eventi e anche spettacoli dialettali per mantenere viva la tradizione. Le cantine e le sagre del territorio creano poi quella convivialità essenziale e così cara a questa terra. Invito come sempre tutti a visitare la Fiera”.

“Veniamo da anni duri in cui il nostro territorio è stato messo a durissima prova e gli eventi eccezionali che si verificano anche nei territori circostanti non ci lasciano sicuramente buoni presagi per il futuro tuttavia, anche per il 2024, vogliamo fortemente dare una mano al nostro territorio organizzando, a fianco dell’Amministrazione Comunale questa importante iniziativa che porta sempre gioia e speranza sul nostro territorio. Essere partner assieme al Comune di Imola della Fiera dell’Agricoltura 2024 è per noi un vanto – commenta Giordano Zambrini Consorzio Utenti Canale Molini di Imola e Massa Lombarda -. Sarà una fiera improntata sulla valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze che vedranno numerose attività imprenditoriali esporre e vendere i loro prodotti, questo in un’ottica di ripartenza e rinascita dopo quanto successo nel 2023“.

L’enogastronomia scende in campo

Come sempre, in Fiera sono presenti proposte gastronomiche per tutti i gusti. Gustosi piatti della tradizione saranno preparati dalle “Sagre storiche” del circondario imolese, ovvero: Gruppo Polentari di Tossignano, Antica Società Maccheroni di Borgo Tossignano, Associazione Sagra della Piè Fritta di Fontanelice, Associazione Festa del Garganello, Associazione ProLoco Belvedere, Associazione ProLoco di Mordano, a cui si aggiunge lo stand di Coop Clai.

L’Osteria dei Colli d’Imola, presente sui tre giorni con le cantine vinicole della Doc Colli d’Imola presenterà l’eccellenza delle produzioni vitivinicole del territorio. Inoltre vi sarà un’ampia scelta di birre artigianali prodotte dai birrifici del territorio. A completare il quadro saranno un bar e tre gelaterie.
Tra le grandi novità di questa XII edizione, uno villaggio dedicato alle proposte gastronomiche delle aziende agricole del territorio. Tra queste si segnala un menù interamente senza glutine, a cura di Agriturismo “La Taverna” di Fontanelice.

Programma

Il programma completo sarà consultabile sul sito Agenda Cultura (www.culturaimola.it) e sulla nuovissima App Fiera Agricola del Santerno scaricabile su tutti gli smartphone a cura di PineApp, azienda imolese specializzata nella creazione di siti web e applicazioni.

Sorgente Urbana

Visto l’apprezzamento riscontrato nella scorsa edizione ritorna in Fiera, grazie alla collaborazione con il Gruppo Hera, la Sorgente Urbana dalla quale verrà erogata, gratuitamente, acqua naturale e frizzante refrigerata evitando la circolazione di bottigliette d’acqua usa e getta. Il consiglio è quindi quello di portare da casa la borraccia o il bicchiere.

Servizio di navetta

È confermata anche quest’anno la navetta gratuita per e dalla fiera, in partenza dai parcheggi dell’Area Lungofiume e di via Tiro a Segno.