Vaccino anti covid
(Shutterstock.com)

L’assessore Donini: “Obiettivo vaccinare tutti entro la fine dell’estate”

Vaccini anti Covid, in Emilia-Romagna via alle prenotazioni per tutti i 50enni, cioè i nati dal 1962 al 1971 compresi. Tutto nell’arco di quattro giorni.

Da lunedì 10 maggio si aprono e agende per gli appuntamenti, con data, luogo e ora del vaccino fissati, per tutti i cittadini che hanno tra i 55 e i 59 anni (nati dal 1962 al 1966). Potranno prenotare utilizzando i consueti canali regionali – dai CUP alle farmacie passando per web e telefono – e ricevere la somministrazione in uno degli oltre 140 punti vaccinali gestiti dalle Aziende sanitarie nelle province. In totale sono circa 310mila persone, senza contare chi ha già ricevuto il vaccino perché rientrante in un’altra categoria.

Da giovedì 13 maggio sarà invece la volta dei 50-54enni (nati dal 1967 al 1971), che potranno prenotarsi dal loro medico di famiglia. Il target in questo caso è di 320mila persone, sempre al netto di coloro che hanno già iniziato o concluso il percorso vaccinale per altre motivazioni professionali o di rischio.

Inoltre, la Regione ha dato indicazione alle Aziende sanitarie di procedere con la vaccinazione dei caregiver, coloro che si prendono cura di una persona non autosufficiente, categoria a cui prestare “particolare attenzione”.

“Solo due giorni fa abbiamo aperto le prenotazioni per la fascia 60-64 anni, raccogliendo oltre 100mila prenotazioni e avviando subito le vaccinazioni, e oggi siamo pronti a calendarizzare i 50enni, partendo subito – afferma l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele DoniniAccogliamo in pieno l’indicazione del Commissario Figliuolo, e lo facciamo anche grazie ai medici di medicina generale, che ringrazio, una rete estesa di professionisti che ci aiuterà nell’ampliare la campagna vaccinale attraverso una programmazione efficace, considerano il grande aumento delle persone vaccinabili e le forniture previste”.

“Lo abbiamo sempre detto e lo ripetiamo ancora con più convinzione adesso: la sanità dell’Emilia-Romagna è da tempo pronta a fare tutto il necessario per farci uscire, grazie alla campagna vaccinale, da una pandemia che dura da oltre un anno, servono solo i quantitativi necessari di dosi. E non ci sono solo gli over 50 proprio in questi giorni iniziamo a mettere al sicuro dal virus altri soggetti fragili, la ‘categoria 4’, e chi della fragilità si prende cura, come i caregiver. Le indicazioni della struttura commissariale nazionale sono nette, privilegiare età e rischio, e noi proseguiamo con convinzione in questa direzione. Il nostro obiettivo è ambizioso ma chiaro e possibile, al netto delle forniture – conclude Doninivogliamo che entro la fine dell’estate tutti gli emiliano-romagnoli siano vaccinati”.