Osteria Grande conferenza polo scolastico
La conferenza online per la presentazione del progetto (©Ufficio Stampa Comune Castel San Pietro)

Il sindaco Fausto Tinti: “Un progetto di grande valore per la nostra città”

E’ diventato realtà il progetto del primo stralcio, nido e scuola dell’infanzia, del Polo scolastico di Osteria Grande: Inail ha infatti approvato il finanziamento di 6 milioni di euro che darà il via alla costruzione dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia che l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro Terme ha già fatto progettare dallo studio Colucci&Partners Architettura.

“E’ un progetto che per noi vale molto, ci abbiamo lavorato alacremente sin dal mio primo mandato amministrativo. Ringrazio in particolare l’ex presidente del Consiglio Comunale Stefano Trazzi che ha seguito il progetto dagli albori e tutti coloro che ci hanno consentito di traguardarlo fin qui” ha spiegato il sindaco Fausto Tinti in apertura della conferenza stampa tenuta con la partecipazione in sala o in collegamento web di tutti i soggetti coinvolti. Sono infatti intervenuti il progettista architetto Giuseppe Colucci, l’architetto Angelo Premi, Dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale, l’ingegner Mario Colombo, Responsabile Servizio Nuove Opere del Comune di Castel San Pietro Terme, il dottor Carlo Gasperini, Direttore Centrale Patrimonio di Inail. Per l’Inail erano collegati anche l’ingegner Giuseppe Siragusa, Consulente Tecnico per l’Edilizia e Coordinatore Settore Centrale e il dottor Valerio Scoyni, Direzione Centrale Patrimonio, Ufficio Investimenti e Disinvestimenti.

Hanno partecipato all’incontro anche tanti altri soggetti istituzionali e del mondo della scuola, in particolare per il Comune l’assessore alla scuola Giulia Naldi, la dirigente dell’Area Servizi alla Persona Claudia Paparozzi, la responsabile dell’Ufficio Scuola Annalisa Federici e la pedagogista Erika Panzacchi, la consigliera comunale di Osteria Grande Martina Rangoni, i consiglieri della Consulta di Osteria Grande Claudio Chiavaro, Giovanna Pedrini e Stefano Samorì, per l’istituto comprensivo di Castel San Pietro Terme la dirigente Silvia Palladini  e  la presidente del Consiglio di Istituto Giovanna Pedrini, il presidente di Solaris Giacomo Fantazzini.

“Siamo arrivati al punto di svolta fondamentale di questa operazione – ha continuato il sindaco Tinti – Con l’approvazione del finanziamento da parte di Inail, questo diventa un modello per fare nuove scuole in collaborazione fra ente locale e investitore istituzionale. Ringrazio il dott. Gasperini per la tenacia e la pazienza che ha avuto nei nostri confronti e l’arch. Colucci che ha dato a Osteria Grande un progetto di grande valore”.

L’investimento di 6 milioni a carico dell’Inail potrà essere ridotto con i ribassi di gara. Il Comune riconoscerà a Inail un canone di locazione del 3% all’anno per 20 anni. Al momento della stipula del contratto di locazione è possibile che si tenga conto dell’ipotesi di riacquisto del bene da parte del Comune. Cassa Depositi e Prestiti ha anticipato le risorse per il progetto tramite il fondo rotativo progettualità.

“Diamo appuntamento al primo colpo di ruspa per l’inizio dei lavori. Ci impegneremo tutti per  realizzare velocemente l’opera e per inaugurarla nell’arco di un paio d’anni e mezzo” ha concluso il sindaco Fausto Tinti.