Osteria Grande centro giovanile
(Ufficio Stampa Comune di Castel San Pietro)

Con il ritorno in zona gialla sono riprese in piena sicurezza le attività educative e ricreative in presenza

E’ uno spazio per conoscere persone nuove e trasformare i pomeriggi da banali a stupefacenti, con tornei di fifa o biliardino, laboratori fai-da-te, giochi di società e tanto altro!” spiegano gli organizzatori.

Gli spazi sono molto ampi, con grandi vetrate che garantiscono l’areazione, e in più, meteo permettendo, viene molto utilizzata la vasta area recintata disponibile all’esterno.

Con il ritorno dell’Emilia-Romagna in zona gialla, sono riprese in piena sicurezza le attività educative e ricreative in presenza al Centro Giovanile Pegaso di Osteria Grande, proposte dagli educatori e dalle educatrici della Cooperativa sociale Solco Prossimo, che lo gestisce attraverso un appalto di servizio di Asp Circondario Imolese.

Il Centro è aperto a ragazze e ragazzi dagli 11 ai 18 anni con ingresso gratuito per quattro pomeriggi alla settimana, il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 15 alle 18.

In tutti gli orari di apertura sono presenti due educatori. Ciò consente di dividere i ragazzi in due gruppi con un massimo di 10 partecipanti e un educatore ciascuno (come prevede la normativa anti covid), che utilizzano due spazi separati del centro e non hanno contatti fra loro. 

Per l’ammissione alle attività del centro giovanile non è richiesta l’iscrizione, ma è indispensabile che i genitori firmino un “patto di corresponsabilità”, che si può scaricare dal sito del Comune, stampare, compilare e consegnare agli educatori del Centro tramite i ragazzi, oppure inviare alla mail della coordinatrice del servizio Valentina Gardenghi: [email protected]

La sicurezza è garantita dal rispetto delle misure di prevenzione basilari, sempre valide per tutti, ovvero mascherina correttamente indossata, distanza interpersonale di almeno un metro, e frequente sanificazione delle mani grazie ai dispenser disponibili all’interno del centro.

E’ prevista la misurazione della temperatura all’ingresso e la compilazione di un registro delle presenze per poter comunicare immediatamente i rischi di contagio, in caso di eventuali ragazzi positivi.

Il Comune garantisce la pulizia e sanificazione dei locali del centro tramite un’azienda incaricata e anche la cooperativa Solco è dotata di prodotti con cui igienizza di volta in volta le superfici, i giochi di società, e altro materiale utilizzato nel corso delle attività.