Parcometro
(Shutterstock.com)

Nuovi uffici al pubblico in Piazza Azzarita e via Gobetti e numero verde h 24. Graduale ammodernamento dei parcometri; oltre 2 mila nuovi posti bici in 3 anni e kit pubblici per gonfiaggio e riparazione

Da ieri, 1 novembre, la gestione dei servizi relativi alla sosta e il rilascio di contrassegni e permessi nel territorio del Comune di Bologna saranno svolti da BomoB, risultata aggiudicataria della procedura di gara; di conseguenza dalla stessa data non sono più attivi gli sportelli Tper. A BomoB sono stati affidati i seguenti servizi e attività fino al 31 agosto 2024.

1. La gestione della sosta regolamentata su strada. BomoB acquisterà, installerà e manuterrà la segnaletica stradale verticale e orizzontale di regolazione della sosta, i dispositivi tecnologici e le apparecchiature di pagamento a servizio della sosta regolamentata stessa (parcometri).
Sarà ancora possibile il pagamento della sosta mediante il proprio smartphone. Gli utenti potranno utilizzare, oltre alle applicazioni presenti in precedenza, anche Sosta+, app di proprietà del nuovo gestore.
All’avvio del servizio, BomoB gestirà circa 900 parcometri, che nel corso dell’affidamento verranno parzialmente sostituiti con nuovi dispositivi. L’area coperta da BomoB è tutta quella regolata dal Piano sosta, esclusa la sola area “Fiera” che rimarrà in gestione a Bologna fiera parking. Essa ricomprende complessivamente circa 52 mila stalli (circa 35 mila stalli a pagamento su strada – cd. strisce blu; circa 11 mila stalli moto; circa 3 mila stalli per la sosta “residenti”; circa 1.500 stalli per la sosta delle vetture con contrassegni e permessi “disabili”; circa mille stalli carico/scarico merci e circa 500 ulteriori stalli ulteriori (disco orario, car-sharing).

2. L’accertamento delle violazioni del Codice della Strada relativamente alla sosta, svolto dagli ausiliari del traffico ai sensi dell’art. 12-bis del Codice della strada sotto il coordinamento della Polizia Locale. BomoB garantisce di conseguenza, all’interno del perimetro di affidamento, la piena e corretta usabilità degli spazi di sosta e un regolare avvicendamento mediante la prevenzione e l’accertamento.

3. La gestione della sosta a pagamento in struttura, con monitoraggio e manutenzione, ordinaria e straordinaria, delle infrastrutture adibite all’uso di parcheggio.
Si tratta di complessivi circa 3 mila stalli nelle strutture di: Antistadio (via Andrea Costa); Bitone (ex Euraquarium, via Emilia levante 144); Buton (Borgo Masini, via Muggia); Foscolo (via Foscolo); Marco Polo (via Fantin); Ex Minganti (viale della Liberazione 15); Largo Nigrisoli (largo Nigrisoli); Ex Panigal (via Emilia Ponente); Piazza della Pace (piazza della Pace); Santa Viola/Ferriera (via Emilia ponente, 72); Staveco (viale Enrico Panzacchi, 10); Ex Stiassi (via Miliani, 7); Tanari (via Tanari).
L’accessibilità alle strutture sarà migliorata grazie all’installazione di dieci nuovi pannelli a messaggio variabile.

4. La gestione completa del rilascio di contrassegni e permessi regolati dal Comune di Bologna in materia di mobilità sostenibile, fra questi quelli per l’accesso alla ZTLa, inclusi i contrassegni “H – handicap”.
Il nuovo gestore migliorerà il sistema di rilascio dei contrassegni e dei permessi implementando i sistemi di rilevazione delle attese agli sportelli e al call-center e creando nuove procedure di rilascio via web.

5. Infine, alcuni servizi e attività inerenti la mobilità sostenibile, in particolare ciclistica, anche di promozione. BomoB si occuperà della manutenzione delle rastrelliere di proprietà pubblica esistenti e installerà 750 posti-bicicletta ulteriori per ogni anno di affidamento, sul nuovo modello individuato dal Comune di Bologna. Garantirà inoltre la gestione della segnaletica e dell’arredo di indirizzamento per la mobilità ciclistica esistenti.
Inoltre, provvederà alla realizzazione e gestione di una rete di dispositivi pubblici di gonfiaggio e prima riparazione di biciclette a disposizione dell’utenza, in misura di almeno 8 dispositivi; alla gestione e manutenzione di una rete di ciclo-stazioni dedicate al deposito e alla sosta in sicurezza delle biciclette e, nell’ambito delle iniziative volte al contrasto del fenomeno dei furti, all’erogazione del servizio al pubblico di marchiatura delle biciclette.

BomoB ha acquisito da Tper il ramo d’azienda, all’interno del quale è prevista la continuità lavorativa per tutti gli addetti attraverso la clausola sociale e l’applicazione del CCNL attualmente vigente, nonché di tutte le condizioni derivanti dalla piena applicazione dei contratti integrativi aziendali, per l’intera durata dell’affidamento.